Stile coloniale

Stile coloniale

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Stile coloniale:scopri di più su Dalani

Le colonie erano un tempo una grande opportunità per intraprendenti avventurieri disposti ad affrontare i rischi di una vita nuova. Spesso, infatti, nelle terre d’oltreoceano questi personaggi facevano fortuna e accumulavano ingenti capitali. Sono passate alla storia le maestose residenze da loro costruite, arredate con un gusto che era esattamente al crocevia tra quello della madrepatria e quello della regione di insediamento. Registratevi gratuitamente su Dalani e scoprite le meraviglie dello stile coloniale!

Stile coloniale: un cocktail di culture

stile coloniale

Avete mai visto il film Passaggio in India? L’affascinante pellicola di David Lean (1989) racconta la storia di due donne dell’alta società inglese, la cui esistenza viene sconvolta dal fascino misterioso e dalla malia esotica della nuova terra, che si riflettono perfettamente nell’arredamento degli interni. Le case dell’aristocrazia di Chandrapore sono qualcosa di più delle classiche residenze signorili di gusto anglosassone: dal colore inconsueto dei legni in cui sono realizzati mobili e complementi d’arredo, da dettagli etnici e soffici tessuti orientali, è evidente la contaminazione con il gusto locale. L’affascinante risultato è quello che viene definito come “stile coloniale”.

Stile coloniale: ricco di storia

Non è possibile, in realtà, dare una definizione univoca dello stile coloniale: con questa espressione, infatti, si intendono tutte quelle espressioni dell’interior design nate dall’incontro tra la cultura del colonizzatore e quella del colonizzato. Si possono, però, individuare tre macrotendenze:

  • Stile coloniale americano: il legno di grandi alberi secolari come querce e sequoie è il protagonista di questa tendenza nata nel ‘600 con l’arrivo dei Padri Pellegrini sulla costa del Massachussettes. I mobili caratteristici dello stile coloniale americano sono massicce credenze e imponenti letti a baldacchino. Quercia, sequoia e mogano sono i legni principali che caratterizzano i migliori mobili in questo stile, come letti a baldacchino e robuste credenze.
  • Stile coloniale orientale: è un trionfo di tavoli e cassettiere in palissandro, bambù, batik, teak e olmo d’Oriente. Rispetto alla precedente, questa tendenza si contraddistingue per una più spiccata attenzione per l’estetica a scapito della funzionalità. Bambù, teak e olmo d’Oriente danno vita a mobili e complementi d’arredo dalle linee semplici ed essenziali, dove leggerezza e colori tenui dominano incontrastati. I tessuti pregiati, adoperati spesso per realizzare tende e cuscini dai colori vivaci, sono la cifra caratteristica dello stile coloniale orientale.
  • Stile coloniale africano: la parola d’ordine è sfarzo. Mobili maestosi in legno caldo come i colori di questo continente indimenticabile, lampadari oversize e un tripudio di specchi e candelabri: questi gli highlights dello stile coloniale africano. Tra gli accessori, poi, non devono mancare, naturalmente, maschere africane e altri manufatti autoctoni. Decorate mobili e pareti con alcuni accessori ad hoc, tipici dell’arredamento coloniale africano, come specchi, candelabri in legno e manufatti artigianali tipici del Continente Nero, come maschere tribali, lance decorative e statuette di un’affascinante bellezza primitiva.

Lo stile coloniale è, dunque, il risultato di più tendenze messe insieme, da quelle country dei padri pellegrini del Nord America a quelle delle Indie Orientali, passando per lo stile inglese e i gusti un po più esotici.

stile coloniale

Stile coloniale: praticità e bellezza

Gli arredi in stile coloniale sono ricchi di storia, presentano un’estetica rustica, ma al tempo stesso molto raffinata ed elegante, per cui arredare un appartamento con tale stile sicuramente conferisce agli ambienti un fascino unico e molto chic. Ad ogni modo, nello stile coloniale si percepisce un ritorno alle cose semplici, schiette e sincere che avvolgono gli ambienti in un abbraccio pratico e richiamano alla mente l’idea che risiede alla base dell’oggetto e cioè la sua funzione all’interno dell’ambiente familiare. Arredare una casa in stile coloniale significa pensare in grande. Tipici di questa tendenza sono infatti mobili imponenti, concepiti per camere padronali e ariosi saloni di rappresentanza.

Arredamento coloniale: dettagli d’ispirazione jungle

Se per i mobili si può notare un ritorno all’essenzialità e alla bellezza delle cose semplici, l’arredamento coloniale prende però vita soprattutto nei dettagli e nei piccoli accessori, fondamentali per creare il giusto stile jungle. Specchi enormi, lampadari con paralumi in stoffa color avorio e lampade da tavolo in rattan si alternano a tripoline e ad eccentriche decorazioni per le pareti ricoperte da carte da parati d’ispirazione floreale e geometrica. Fotografie di paesaggi selvaggi, corna di animali, ventagli decorativi e valigie vintage ricreeranno perfettamente l’interno di una villa coloniale di inizio Novecento, che vi sembrerà appena uscita dal suggestivo film Australia di Baz Luhrmann.

Arredamento coloniale

Stile coloniale: dimensioni importanti

Quanto alle pareti, è opportuno scegliere colori tenui: optando per una tinta scura, si corre il rischio di appesantire l’insieme e immergere l’ambiente in un’atmosfera soffocante. Per la zona giorno sarà perfetta una classica vernice bianca o una carta da parati avorio delle più semplici. In camera da letto, invece, seguendo una tendenza caratteristica dello stile coloniale nordamericano, potreste verniciare le pareti di celeste pastello oppure di rosa pesca o confetto, per introdurre un’affascinante nota di contrasto con i colori scuri dei complementi d’arredo in mogano o sequoia.

Per la pavimentazione potrete invece scegliere tra il parquet in tutte le sue declinazioni cromatiche ed eleganti piastrelle in marmo bianche e nere disposte a scacchiera, ideali per interni dai soffitti alti, magari a volta, da cui pendano grandi lanterne antiche in ferro battuto. Perfetti, poi, per decorare lunghi corridoi e gli angoli di una zona giorno, vasi oversize e lunghi candelieri da terra. Tra i cavalli di battaglia dello stile coloniale ci sono eleganti accessori come specchi dalle dimensioni importanti e bauli. Bellissimi, in particolare, i bauli indiani finemente intarsiati con inserti borchiati in bronzo.

Lasciatevi ispirare dalle proposte Dalani e scoprite i mobili e gli accessori più adatti per arredare la vostra casa in perfetto stile coloniale!

Offerte in arrivo