Soggiorno in arte povera

Soggiorno in arte povera

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Soggiorno in arte povera:scopri di più su Dalani

Il calore del legno si unisce a forme tradizionali per creare una zona living dal gusto classico ed essenziale. Il soggiorno in arte povera è un’oasi di autenticità in cui trascorrere il tempo con la propria famiglia.
Registrati gratuitamente: ogni giorno online tantissime proposte di mobili e accessori per arredare la tua casa con stile. Lasciati ispirare da Dalani!

Il soggiorno in arte povera: sfumature essenziali

“Essere originali significa ritrovare le proprie origini” – Pablo Picasso

Nel soggiorno in arte povera il tavolo, la libreria e la poltrona si tingono dei colori caldi del legno. I cuscini richiamano le nuance della terra, i dettagli sono in ferro battuto o in vimini intrecciato, i tappeti nascono da materiali grezzi e poco lavorati come la lana a pelo lungo o la fibra di cocco. Il soggiorno in arte povera è la voglia di imporre un concetto alla propria casa: per vivere bene bisogna ritrovare le proprie origini. Non a caso infatti l’arte povera nasce come movimento artistico nell’Italia di fine anni Sessanta, anni di fermento rivoluzionario e voglia di riscatto per un paese che troppo spesso ha giocato un ruolo di secondo piano, in Europa e nel mondo. Artisti come Jannis Kounellis, Pino Pascali, Giulio Paolini si uniscono a Torino in una collettiva che celebra il ritorno alla Natura come rifiuto della sovrastruttura imposta dalla società all’arte contemporanea. Il soggiorno in arte povera diventa così il riflesso profondo di questo impeto creativo, creando un’atmosfera accogliente e allo stesso tempo consapevole. Lo stile di una casa non è mai solo questione di tendenza. Arredare il soggiorno in arte povera rappresenta così una decisione senza tempo e di classica eleganza, di pensiero prima ancora che estetica.

soggiorno in arte povera

Arredare il soggiorno in arte povera

La zona living si carica di atmosfere brown, sfumature dal beige al nocciola creano un’oasi di pace e tranquillità trasformando il soggiorno in arte povera nel simbolo degli affetti domestici e del tempo del riposo. I componenti d’arredo hanno linee pulite, impreziosite talvolta da intarsi discreti, che la mano sapiente di un antico artigiano ha saputo tracciare. Una libreria in castagno, un tavolo in abete o cipresso e una piccola cassapanca in legno massello arredano il soggiorno in arte povera unendo il gusto classico alla funzionalità dei volumi, caratteristica tipica dei mobili in stile arte povera. L’ideale per chi vuole arredare il soggiorno in arte povera è cercare ispirazione nel passato: ereditate i mobili dalla famiglia, basterà un leggero restauro che lasci intatte le preziose irregolarità del legno e la storia che raccontano, e il vostro soggiorno in arte povera si farà subito ancora più prezioso e originale.

soggiorno in arte povera

Dettagli tradizionali per il soggiorno in arte povera

La parola d’ordine del soggiorno in arte povera è “tradizione”. Per chi ama lasciarsi trasportare dall’atmosfera che questi soggiorni sanno regalare, i dettagli sono importanti. Lo stile rustico e country dei soggiorni in arte povera ama decorarsi di accessori, per giocare con accenni di stile e arricchire di significato mobili e componenti d’arredo. Il soggiorno in arte povera si riempie così di vasi in terracotta, lampade da tavolo con paralumi in carta di riso, e leggii in legno grezzo. Per un’atmosfera ancora più accogliente, illuminate il vostro soggiorno in arte povera con candelieri antichi trovati nei mercatini vintage di piccoli paesini di campagna.

Ritrova ogni giorno a casa tua l’atmosfera calda e accogliente della tradizione. Arreda il tuo soggiorno in arte povera lasciandoti ispirare dai preziosi consigli di Dalani! Love your home!

Offerte in arrivo