Picnic

Picnic

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Picnic:scopri di più su Dalani

Non c’è niente di meglio di inaugurare la stagione primaverile con un bel picnic. Dopo i mesi invernali è bello divertirsi e svagarsi all’aria aperta in compagnia delle persone care. Lasciati ispirare dai consigli di stile di Dalani per preparare il picnic perfetto.

Organizzare il picnic perfetto

Lasciatevi alle spalle il freddo dell’inverno, la neve e il buio e godetevi le prime piacevoli giornate di primavera. Organizzare un picnic è un’ottima idea per trascorrere qualche ora spensierata all’aria aperta. Basta veramente poco per sentirsi più vitali e energici dopo il “letargo invernale”: un giardino, un prato, un po’ di sole, la famiglia e gli amici e il gioco è fatto. Il picnic diverte i bambini e rilassa gli adulti ma non bisogna farsi trovare impreparati. Gli strumenti necessari all’organizzazione di un pranzo all’aperto non sono molti ma è importante non dimenticare nulla. Il primo passo è procurarsi un cesto di vimini o una borsa abbastanza grande per contenere l’occorrente.

Per sdraiarvi e sedervi sul prato è necessaria una grande coperta in pile, in stoffa o in tela cerata (sulle fantasie avete ampia scelta ma il telo a scacchi bianco-rossi resta un “must”). Procuratevi una tovaglia di carta nel caso in cui scegliete di pranzare in un’area picnic attrezzata con tavoli e panche. Le posate possono essere di plastica ma c’è anche chi non vuole rinunciare alla ceramica e alla porcellana. Coltelli, apribottiglie, fazzoletti di carta e tovaglioli non possono mancare. Utilizzate borse termiche per conservare alla temperatura ideale le bevande, calde o fredde che siano (acqua, vino, caffè, tè).

Mise en place per un picnic chic

Il picnic ha una tradizione antichissima. E’ dal ‘700 che pranzare all’aperto, immersi nella natura, è una abitudine di famiglie e gruppi di amici. L’usanza si affermò prima presso le classi nobili che, una volta tanto, si concedevano una svago, lontano dalla rigidità delle regole di corte e del galateo. Non è un caso che grandi artisti abbiano immortalato questi momenti di relax nelle loro opere come ha fatto Manet con il celebre “Colazione sull’erba”. Sempre più persone amano decorare il loro picnic con uno stile chic e raffinato.

La mise en place del picnic può essere personalizzata secondo il proprio gusto. C’è chi sceglie la versione shabby chic con cuscini e tovaglia ad hoc o chi resta sul minimal rinunciando a ogni orpello. Un’idea carina potrebbe essere quella di recuperare dei vasetti da conserva e usarli come monoporzione per gli alimenti, decorandoli con centrini di carta da pasticceria. I centrini possono anche essere usati per decorare le vostre sacche per i panini. C’è tutto l’occorrente… buon appetito!

Picnic: cosa mangiare

Ideali per un pranzo al sacco al parco o in giardino sono piatti freddi come l’insalata di riso, la pasta fredda, torte salate, tonno, uova soda, insalata di verdure. I piatti che necessitano una cottura invece vanno conservati in frigorifero e andranno riposti in una borsa termica refrigerata per il trasporto. Evitate condimenti  grassi come la maionese e salse piccanti, sconsigliate e poco digeribili con il clima caldo. Lasciate perdere il fritto e evitate carne e pesce crudo e piatti che richiedono tempi e modi di conservazione complessi che rischiano di causare la crescita di batteri e di favorire intossicazioni alimentari (panna, latte, uova). Per quanto riguarda le bevande, non esagerate con gli alcolici. Il vino è ammesso ma è preferibile un vino dal sapore delicato che non vada a coprire i sapori delle verdure e delle altre pietanze.

Offerte in arrivo