Pelle

Pelle

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Pelle:scopri di più su Dalani

Le vostre scarpe, la vostra borsa da giorno, il vostro divano...molti oggetti da considerarsi pregiati e preziosi sono spesso realizzati in pelle, e possono presentare una qualità davvero elevata con rifiniture realizzate a mano.

La pelle, o cuoio, deriva dalla vera e propria pelle di un animale e viene in seguito lavorata e trattata per via di un procedimento definito come “concia” per fabbricare mobili, scarpe o capi di abbigliamento. La pelle conciata è da definirsi propriamente come cuoio, ma in Italia usiamo questo termine solo per prodotti rigidi e spessi, ed è comune generalizzare col termine “pelle”.

I diversi tipi di pelle

Il tipo di pelle utilizzato dipenderà dai singoli prodotti: vestiti, decorazioni, accessori per la casa e mobili sono solitamente realizzati in pelle ovina, caprina, suina o bovina. Ma è naturalmente possibile trovare articoli in pelle equina o perfino realizzata a partire dai pesci. Il prezzo dei prodotti dipenderà dalla natura della pelle, dalla sua origine e dalla sua qualità. Tuttavia, poichè il cuoio è un prodotto naturale, il prezzo è generalmente piuttosto elevato, tuttavia va tenuto in considerazione che questo  materiale è assolutamente pregiato, per cui il prezzo elevato può assolutamente essere giustificato. Se si desidera optare per soluzioni più economiche, allora si dovrà puntare materiale meno pregiati, ma che possono comunque essere di buona qualità, come ad esempio la similpelle. A seconda della lavorazione, i vari tipi di pelle presentano diversi nomi: Cuoio di Russia, per una preparazione a base di corteccia di betulla Cuoio bollito, quando la pelle viene fatta bollire. Cuoio grasso, trattato al vegetale e utilizzato per borse da viaggio e superfici pesanti. Cuoio glacé, molto morbido e realizzato a partire da pelle di agnello e caprini. Nabuck, un tipo di cuoio scamosciata morbida e vellutata al tatto. Chamois, realizzato a partire da ovini trattata all’olio di pesce.

Similpelle

La similpelle, o finta pelle, è davvero molto simile al cuoio, ma per la sua origine non naturale non è possibile denominarla come tale. Come fare a distinguerla dalla vera pelle? Alla vista non è spesso troppo evidente, quindi bisogna affidarsi al tatto. Non va fatta confusione tra similpelle e ecopelle, denominazioni spesso utilizzate impropriamente. La similpelle è una pelle artificiale, assolutamente di origine non animale, ma ottenuta artificialmente. L’ecopelle è invece realizzata con vera pelle, ma che viene realizzata a ridotto impatto ambientale. Se vi trovate a sedervi su un divano in pelle e in seguito su uno in similpelle, potrete notare la differenza. Il primo tipo si riscalda direttamente al contatto con la vostra pelle, e il materiale si ammorbidisce, mentre quando si tratta di similpelle questo rimane rigido. La simipelle, anche se nettamente meno pregiata della sua parente naturale, presenta numerosi vantaggi: una maggiore resistenza, idrorepellenza e leggerezza, caratteristiche che ne fanno un ottimo materiale soprattutto per scarpe e stivali in particolare.

Accessori

Qualsiasi siano i vostri accessori preferiti: cinture, scarpe, braccialetti, la maggior parte di questi sarà certamente in pelle. Questa aggiunge inevitabilmente un tocco di stile alla vostra tenuta. Inoltre, se di buona qualità, il vostro accessorrio in pelle può resistere per moltissimo tempo, facendone un ottimo investimento  e giustificando ampiamente la spesa, in favore in un’ottima qualità.

Pulizia

Come tutti gli altri prodotti di origine naturale, il cuoio deve essere pulito regolarmente per poter essere conservato al meglio e mantenere le sue proprietà di ritenzione dell’umidità, morbidezza, resistenza e malleabilità. Le scarpe vengono generalmente lustrate dopo avervi applicato un’apposita cera che possa nutrire il materiale e dopo spazzolate con apposite spazzole in crine che puliscono e lucidano la pelle, senza però rovinarla come potrebbero fare altre spazzole meno delicate. Si consiglia sempre di testare la spazzola in un punto nascosto dell’oggetto in cuoio, per essere sicuri che le setole non siano troppo dure e che quindi possano rovinar il vostro oggetto in pelle.

Selezione della pelle

La parte migliore nel selezionare la pelle da trasformare in cuoio è solitamente quella centrale. Quando i conciatori decidono come tagliare queste, tendono a selezionare le spalle, la schiena e i fianchi, che sono le parti più adatte per essere lavorate. In particolare, ricoprono un ruolo molto importante anche le ghiandole sebacee che, secernendo grasso, ammorbidiscono la pelle e i peli.

La concia

La concia è un procedimento chimico che serve a trasformare la pelle in cuoio e ad ammorbidirla. Il processo è il seguente: la pelle viene pulita all’esterno, e messa a bagno in un cestello contenente estratti vegetali. Nel frattempo, questi vengono stirati, lavati e infine seccati. Questo processo è portato avanti da un conciatore, ma prima di arrivare allo stadio della vera e propria concia, il prodotto subisce alcune altre manipolazioni. Innanzitutto, la pelle viene re-umidificata per rimuovere la sporcizia. Dopo, i peli vengono rimossi così come il tessuto sotto-cutaneo. Infine, questa viene acidificata e salata così da rimuovere l’acqua. L’attività della concia ha origini antichissime: già nella preistoria si usava grattare la pelle degli animali, affinandosi il processo fino a passare a veri e propri esempi di concia, come presso gli egizi e presso i popoli arabi. In ogni caso, il processo di lavorazione si modificherà leggermente a seconda del tipo di pelle utilizzato, della destinazione di utilizzo, del tipo di conservazione della pelle, dando luogo a quattro tipi diversi di concia: vegetale, all’olio, minerale all’alluda o al cromo.

La pelle e i motociclisti

Curiosità: come mai i motociclisti indossano tutti giacconi in pelle? Per proteggersi! La pelle isola dal freddo e in misura minore rispetto alla pioggia. In caso di caduta, la pelle permette di proteggersi contro le abrasioni da asfalto. Perciò non è solo per definire un preciso stile di vita che tutti i motociclisti indossano giacche di pelle, ma soprattutto per motivi di protezione. I giacconi di pelle possono essere di vari stili, dal classico dainese fino alla giacca di pelle alla easy rider, diventata un cult tra tutti i motociclisti dopo il film.

Offerte in arrivo