Pandoro

Pandoro

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Pandoro:scopri di più su Dalani

Sulla tavola di Natale uno dei dolci che non può assolutamente mancare è il pandoro, simbolo natalizio per eccellenza che deve la sua particolarità alla sua forma a stella a cinque punte. Dalani intende espirare e dedicare questo spazio al pandoro che con la sua morbidezza e bontà è amato sia dai grandi che dai bambini. Lasciatevi ispirare da Dalani!

Storia del pandoro

La storia del pandoro è molto interessante e ricca di curiosità spesso non molto note. Se fino ad ora pensavate che il pandoro fosse un dolce tutto italiano allora dovrete ricredervi! Le origini del pandoro sono austriache e più precisamente viennesi visto che era proprio alla corte degli Asburgo che veniva preparato quello che veniva chiamato “Pane di Vienna”, che a sua volta era derivato dalle brioche francesi.Secondo altri l’invenzione sarebbe da attribuirsi ai pasticceri veneziani che avevano inventato il “Pan de oro”, squisito dolce servito sulle tavole dei ricchi veneziani. L’ipotesi più probabile vede una collaborazione tra pasticceri italiani e austriaci Il pandoro così come lo vediamo ora, con la stella a otto punte, è un’invenzione del pittore impressionista Angelo Dall’Oca Bianca, mentre fu poi Domenico Melegatti a depositare all’ufficio brevetti, nel 1894, la ricetta e la forma particolare. Il nome deriva dal colore dorato, tipico di questo dolce, dato dalla grande quantità di uova presenti nell’impasto. La preparazione di questo dolce tipico natalizio non è facile e richiede numerose fasi e due giorni di lavorazione, ma una volta pronto il suo gusto e la sua morbidezza ripagheranno tutti gli sforzi.

Il pandoro: ricettaPandoro

La ricetta originale non prevede alcuna farcitura sebbene al giorno d’oggi, per motivi legati alla commercializzazione e alla vendita, le numerose case produttrici cercano di venire incontro alle esigenze più svariate per assecondare i gusti degli italiani. Per questo motivo il pandoro può essere farcito con cioccolato, crema oppure può essere ricoperto di glassa. La preparazione del pandoro richiederà un po’ del vostro tempo e soprattutto tanta pazienza. Armatevi quindi di buona volontà e mettetevi all’opera! La cosa principale è quella di organizzare il vostro lavoro e mettere tutti gli utensili da cucina davanti a voi per avere tutto l’occorrente a portata di mano: armatevi quindi di frusta, cucchiai, robot da cucina e tanto altro! Gli ingredienti per la realizzazione del pandoro sono:

–          lievito di birra

–          uova

–          burro

–          farina manitoba

–          Vaniglia

–          latte

–          zucchero

–          sale

Una volta raggruppati tutti gli ingredienti è giunto il momento di mettersi all’opera! Dopo avere sciolto il lievito di birra insieme al latte (meglio se tiepido), bisogna aggiungere lo zucchero, le uova e la farina. Adesso impastate il tutto. Nel caso in cui si potesse usufruire di un robot da cucina allora il lavoro sarebbe semplificato. Quando l’impasto è bisogna lasciarlo riposare per farlo lievitare. Non appena è pronto allora fate sciogliere in tre cucchiai di latte il lievito di birra e versatelo al composto, inserite lo zucchero, l’uovo e mescolate tutto con il vostro cucchiaio da cucina. Versate l’impasto in una ciotola con la farina e iniziate ad impastare a mano o con l’aiuto del robot da cucina. Unite il burro e impastate fino a farlo amalgamare completamente per ottenere un impasto liscio e senza grumi. A questo punto coprite il tutto e lasciatelo riposare. Bisogna ora procedere con il secondo impasto nel quale dovrete aggiungere 200 g di farina, uova, zucchero, sale e i semi della bacca di vaniglia. A questo punto è giunto il momento di lavorare l’impasto: ripiegatelo e riponetelo in una ciotola imburrata. Lasciate riposare fino a farlo aumentare di volume e mettete l’impasto in frigo per almeno 8 ore. Successivamente stendete la pasta con un mattarello fino a formare un quadrato, riponete al centro il burro, e richiudete l’impasto portando il quattro lati al centro fino a chiudere il tutto. Spianare, ripiegate in 3 e lasciate riposare il tutto per 15-20 minuti in all’interno del vostro frigorifero. ripetete questa operazione due volte. Stendete un’ultima volta l’impasto, ripiegate i bordi verso l’interno e formate una palla. Prendete lo stampo per pandoro e imburratelo per evitare di far attaccare l’impasto, coprire lo stampo e lasciate riposare fino a quando l’impasto uscirà dal bordo. Fate cuocere per 15 minuti a 170 gradi, successivamente continuate la cottura a 160 gradi per 50 minuti. Fatelo raffreddare e cospargete la superficie con lo zucchero vanigliato…et voilà! Il pandoro è pronto per essere gustato!

Offerte in arrivo