Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Notting Hill:scopri di più su Dalani

Strade colorate, edifici vittoriani, una libreria e quella porta dipinta di blu: Notting Hill è diventato un cult delle commedie romantiche grazie anche al colorito sfondo offerto dal vivace e multiculturale omonimo quartiere londinese. Lasciati ispirare da Dalani alla scoperta delle location del film.

La trama di Notting Hill

«Qualche volta mi domando come sarebbe se io mi fossi appena presentato a casa dei miei amici, dove di solito ceno una volta a settimana, con la persona più famosa del momento».

Notting Hill

Spesso, per le menti più creative, basta un pensiero semplice, una scintilla, per dare forma e fuoco alla prossima opera. Come per Richard Curtis, sceneggiatore britannico autore di commedie evergreen come Quattro matrimoni e un funerale, Il diario di Bridget Jones, Love Actually, e, soprattutto, Notting Hill. Il film, uscito nelle sale di tutto il mondo nel 1999, è presto diventato una delle commedie romantiche più famose della storia del cinema, non solo per merito della brillante coppia Grant – Roberts, ma anche grazie al fascino della location da cui deriva il titolo della pellicola: Notting Hill, il famoso – anche grazie al film – quartiere londinese.

Come accennato, Notting Hill parte da un presupposto semplice: cosa accadrebbe se una persona comune iniziasse a frequentare una star del cinema? È proprio quello che succede al tenero e imbranato William Thacker (Hugh Grant), proprietario di una romantica libreria dedicata ai viaggi nel quartiere di Notting Hill. Proprio nel suo piccolo negozio mette piede la bellissima Anna Scott (Julia Roberts), attrice di Hollywood sulla cresta dell’onda: Will non solo non la riconosce, ma finirà per versarle addosso del succo d’arancia, invitandola a casa sua per rimediare. Da questo disastroso primo incontro nasce, però, una storia d’amore che ha incantato milioni di spettatori.

Notting Hill: quartiere dalle mille sfaccettature

Oltre alle carriere dei due attori, il film ha portato alla ribalta l’intero quartiere londinese di Notting Hill, situato a due passi da Hyde Park e dalla indaffarata e colorata Portobello Road, piena di negozi vintage, botteghe di antiquariato e sede della libreria di Will, polveroso negozietto d’angolo dall’iconico colore blu elettrico. E blu elettrica è anche la famigerata porta che conduce allo sgangherato appartamento di William e del suo coinquilino Spike: un inusuale stile industrial – molto Shabby e poco Chic – con pareti di mattoni vivi e arredi rustici mix e match: un tavolo da pranzo in legno grezzo, coloriti accessori Boho, una stampa fuori contesto di Chagall – che tanto colpisce Anna –, un semplice letto in ferro battuto. Stuart Craig, lo scenografo, ha fatto un eccellente lavoro nel dare vita al tipico appartamento londinese un po’ trasandato, uno specchio perfetto della personalità dell’affascinante libraio.

Notting Hill

Nella Londra reale, però, l’interno della casa è ben diverso da quel disordinato set allestito per Notting Hill: oggi, dietro la porta blu, si nasconde in realtà un ampissimo open space moderno, che sarebbe stato più adatto al gusto e alla compostezza di Anna che non al living di Will e Spike. Per lei si addice molto più la cornice signorile e pomposa dell’Hotel Ritz, sede di un’altra scena cult del film. Nella stanza dove William si finge giornalista per intervistare la bella attrice assistiamo ad un trionfo color crema con dettagli dorati e pompose decorazioni floreali: il divanetto classico dove siede Julia Roberts, decorato con un raffinato tessuto francese, mette così in risalto tutta la sua eleganza.

Notting Hill

Notting Hill, grazie all’omonimo film,  ha acquistato nuova celebrità internazionale – non che ne avesse bisogno. Sui romantici, deliziosi boulevard del quartiere si affacciano incantevoli case a schiera in autentico stile vittoriano, dalle facciate bianche o dipinte in colori pastello, con bovindi a tono e cancellate in ferro battuto. In Agosto, le strade sono ancor più multicolori, con il celebre Carnevale caraibico di Notting Hill che impazza per le strade e mette in mostra tutto il lato multiculturale e multietnico di Londra. E i turisti non possono fare a meno di girare con sguardo pieno di meraviglia alla ricerca dei set più famosi del film, dalla libreria “The Travel Book Shop” alla residenza di Will. La casa dove Hugh Grant accoglie Anna durante il loro primo incontro è diventata, di fatto, un’icona: folle di turisti ogni giorno fanno la fila per farsi fotografare di fronte l’immancabile ingresso con le colonne, ancora oggi, dipinte di blu.

© Universal Pictures Italia

Offerte in arrivo