A casa di Madame Eleonora – L’insostenibile eleganza del ricevere

“Siate sinceri, siate concisi, state seduti!” Così il presidente americano Franklin D. Roosvelt tracciava i lapidari capisaldi del galateo delle grandi occasioni. Ma quello che viene comunemente, e spesso senza cognizione di causa, definito bon ton, si compone di una serie di piccole attenzioni rarefatte ed estemporanee, che non possono essere ridotte a semplici imperativi di comportamento. Dimmi come ti comporti e ti dirò chi sei: ma qual è il modo più elegante di farlo? Lo abbiamo chiesto a Eleonora Miucci (1), esperta di buone maniere e Style writer, autrice del blog “Ilgalateodimadameeleonora”, che ci ha svelato quanto sia facile, e veloce, diventare “stilisti del proprio habitat”…
 

Partiamo dal principio. Com’è la casa di una cultrice del bon ton?

Letto

La casa è il mio paradiso privato, lo spazio dove ritrovo me stessa, gli oggetti a me cari, dove respiro profumi familiari che mi rendono felice e serena. Ho la fortuna di abitare in una casa nel verde poco lontana dalla città, ricca di elementi naturali e di un’estetica ricercata che infondono benessere e piacere visivo (2). La struttura della maison è stata progettata da mio marito Fabio, gli interni sono stati studiati con cura in modo da rendere armonioso lo spazio interno con il dehors.
 

Quindi, in tanta forma, non si rinuncia alla sostanza..

particolare letto

Assolutamente, no. Noi abbiamo scelto con dedizione e amore l’arredamento, le decorazioni delle stanze, i colori, i tessuti, gli accostamenti d’effetto e la mobilia dal gusto francese. Molti degli elementi li abbiamo acquistati in mercatini e negozi old english, dallo stile coloniale, provenzale, dal sapore antico. Arredi che sposano l’eleganza di ieri con le funzionalità, i gusti e le nuance dei tempi odierni (3).
 

La tua passione, ricambiata, per l’eleganza delle maniere si è tradotta ora in un libro, Invitare con stile…

invitare con stile

“Invitare con Stile. Il Galateo di Madame Eleonora” raccoglie una serie di suggerimenti su come organizzare party e cene a tema, impeccabili. Una guida sull’arte del ricevere, dettagli di stile, spunti creativi per affrontare in maniera appropriata qualsiasi ricevimento, dal brunch al picnic, dal dinner party alla tavola della Pasqua. All’interno, oltre ai miei consigli di bon ton, anche quelli di note Food Writers internazionali e di donne famose dello spettacolo: Filippa Lagerbäck, Roberta Siri Murr, Jo Pratt, Tessa Kiros, Sophie Dudemaine e tante altre (4). Tutti noi possiamo diventare dei perfetti padroni di casa e stilisti del proprio habitat, bastano piccole attenzioni, sapientemente dosate, per rendere chic l’ambiente che ci circonda.
 

Siamo pragmatici: un piccolo vademecum per ogni occasione?

Creare in base alle occasioni un’atmosfera accogliente e confortevole, dalla tavola al menù, dalla musica all’illuminazione. Luci soffuse nella zona conversazione e in giardino (5). A tavola meglio preferire una luce calda.

eleganza

Ogni tavola ha la sua personalità. Come scegliere quella adatta ad ogni occasione?Mise en place curate nei minimi dettagli seguendo le regole del bon ton. Tovagliato in lino, ricamato e coordinato di tovaglioli per pranzi importanti. Runner o tavagliette all’americana, con tovaglioli anche di carta decorata, per un lunch tra amiche. Bicchieri di cristallo e posate d’argento per apparecchiature formali. Tumbler e posateria in acciaio, anche colorati, per incontri informali (6). L’importante è che ciascun elemento sia in armonia con l’arredamento della stanza.
 

E il centrotavola?

Un centrotavola decorato deve essere scelto con cura. Fiori, candelabri, segnaposto devono rispettare il tono dell’evento, la grandezza del tavolo e il numero degli invitati (7).

Quali sono le cortesie per gli ospiti che non possono mancare?

tazze

Nei bagni, massimo ordine! Salviette mono uso disposte in graziosi cestini e saponette integre. Una nota di stile: un piccolo cadeau culinario da donare a ciascun commensale (8).
 

 
 
 

Testo: Alessandro Balia
Photo: Laura Miucci
Illustrazione: Daniele Davitti

Margot Zanni

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App