Le regole di stile di Coco Chanel

Geniale innovatrice, modello di eleganza, icona di stile: Coco Chanel ha cambiato per sempre il mondo della moda, con le sue idee rivoluzionarie e le sue creazioni. Dalani vuole celebrare questo personaggio leggendario, in occasione del 133esimo anniversario della sua nascita, proponendovi i valori alla base del suo stile unico.

Dalani, Chanel, Moda, Style, Ispirazioni

Coco Chanel – Le origini di un Mito

Gabrielle Bonheur Chanel nasce il 19 agosto del 1883 da una famiglia di umili origini. Il padre, alla precoce morte della madre, affida Gabrielle e la sorella alle suore della congregazione del Sacro Cuore, dove la giovane apprende l’arte del cucito. Da qui nasce la leggenda: dalla creazione di cappelli al celebre profumo Chanel N°5, dai tailleur ai primi pantaloni femminili. Coco diventa un’icona dei nostri tempi.

Dalani, Chanel, Moda, Style, Ispirazioni

 

Coco Chanel Style

  • Elegante è comodo. La stilista propone un nuovo modello femminile che si imporrà per tutto il ‘900. Una donna dinamica e lavoratrice, che non poteva più riconoscersi nell’abbigliamento costrittivo della Belle Époque. 
  • Povertà di lusso. Chanel venne rinominata la regina del “Genre pauvre”. Lei sosteneva che il lusso non è il contrario della povertà ma della volgarità. La semplicità può essere chic e raffinata, mentre gli eccessi rischiano di ottenere l’effetto opposto. “Prima di uscire, guardati allo specchio e togliti qualcosa” è la citazione che meglio esprime questa regola di stile, basata sulla sottrazione.
  • L’estrema eleganza del bianco e nero. Quello tra nero e bianco è il binomio perfetto tra due bellezze assolute che contengono tutto. Il nero, per quanto riguarda l’abbigliamento femminile, fino ad allora veniva solo associato al lutto. Lo trasforma in un colore da indossare in ogni occasione, elegante e sensuale.
Dalani, Chanel, Moda, Style, Ispirazioni

Ispirazioni alla Chanel

  • L’osservazione della realtà. Il suo stile è fortemente influenzato dagli ambienti in cui essa stessa ha vissuto. Il rigore dei suoi abiti bianchi e neri riflettono la semplicità monacale osservata da vicino negli anni trascorsi in orfanotrofio. La frequentazione dell’ambiente equestre sarà il punto di partenza per la creazione di pantaloni da cavallerizza e di cappellini in paglia con ornamenti di fiori e piume, una novità assoluta. Gli anni trascorsi a Deauville sono fondamentali per la creazione di maglioni con scollo “alla marinara”.
  • I gioielli. Accessori indispensabili per esprimere al meglio la femminilità. Anche in questo campo, Coco Chanel rompe con la tradizione. A lei dobbiamo l’invenzione della “bigiotteria”: gioielli alla portata di tutti, realizzati in metallo e pietre semi-preziose, da indossare in ogni momento della giornata. Collane, bracciali e orecchini diventano “amici” inseparabili della donna moderna.
Dalani, Chanel, Moda, Style, Ispirazioni

Moda senza tempo – Rossetto rosso e Chanel N°5

  • Il make up.Se siete tristi, truccatevi, mettetevi un po’ di rossetto e attaccate”. Il trucco gioca un ruolo importante nell’emancipazione femminile. Il must è un rossetto rosso da vera femme fatale, da applicare disegnando perfettamente il contorno della bocca rendendola il più possibile a cuore: semplicemente irresistibile.
  • Il profumo.Una donna senza profumo è una donna senza avvenire”. Per Coco Chanel il profumo è l’accessorio di moda basilare e indimenticabile. Il profumo è una sensazione, una magia che può risollevare le nostre giornate e lasciare ricordi indelebili nella nostra memoria e in quella degli altri. Il suo Chanel N°5, lanciato nel 1921, rivoluziona totalmente il concetto di profumo.
Dalani, Chanel, Moda, Style, Ispirazioni

La sensibilità, i valori e lo stile di Coco Chanel sono ancora oggi dei dogmi per il mondo della moda e per la nostra società. La rivoluzione di una donna è diventata il simbolo dell’emancipazione femminile anche nei decenni successivi alla sua morte, avvenuta nel 1971.

“Le mode passano, lo stile resta”,  non c’è niente di più vero!

Foto: Getty Images, Shutterstock

Giovanni Deponti

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline