In viaggio con Dalani - I colori di Amalfi

Amalfi è oggi una meta meravigliosa, per un weekend romantico o un’estate da sogno. Dalani ha compiuto un viaggio attraverso i sui capolavori e vi consiglia l’itinerario per una vacanza ideale, in cinque mosse.

Amalfi

© Stuart Claggett, 2011

Quella amalfitana è una città dal sapore antico, e par quasi impossibile che questo piccolo comune in provincia di Salerno qualche secolo fa sia stato la prima delle Repubbliche marinare italiane, rivale di Pisa, Genova e Venezia per il controllo del Mediterraneo. Una città dalla storia affascinante, dunque, come affascinante è la vista che il panorama regala ai suoi ospiti.

Dove dormire: un teatro sotto le stelle

Per chi volesse visitare questa bellezza italiana consigliamo una partenza da un luogo magico. Si tratta dell’Hotel Convento di Amalfi, antica struttura religiosa, riadattata ad uso ricettivo. Una gemma incastonata nella scogliera 80 metri sopra il livello del mare, da dove domina la Costiera Amalfitana, a poche centinaia di metri dal centro storico della città e dal porto. Un vero e proprio teatro sotto le stelle dal quale godere dell’inconfondibile blu Amalfi.

Hotel Convento di Amalfi
Hotel Convento di Amalfi
Hotel Convento di Amalfi

© ghconventodiamalfi.com

Dove mangiare: terrazza sul golfo

In una zona famosa anche per la sua cucina è tappa obbligata il ristorante Eolo, consigliato anche dalla guida Michelin. Una splendida terrazza che si affaccia sull’incantevole golfo sottostante, non c’è posto migliore per gustare una delle più tipiche cucine mediterranee. Antiche ricette amalfitane, realizzate con gli ingredienti migliori e annaffiate con un calice di vino egregio (la cantina è il loro fiore all’occhiello).

Amalfi-Ristorante-Eolo

© eoloamalfi.it

Cosa visitare: dal barocco al rococò

E poi via, a scoprire le meraviglie del paesaggio amalfitano. Dal Duomo cittadino di S. Andrea, che presenta un crogiuolo di stili architettonici, al romanico e al barocco, passando per il rococò e il neomoresco.

Amalfi-Duomo

© hkpuipui99, 2012

Senza scordare di entrare nel vicino Chiostro del paradiso, uno stile orientaleggiante che si mescola a importanti testimonianze di epoca romana e medioevale.

Amalfi-Chiostro-Paradiso

© Luca Aless (2013)

Per chi ha voglia di spostarsi, da Amalfi si arriva facilmente ad altre famose location  mediterranee come Sorrento, Capri, Napoli e Ischia. Due passi ancora e si può arrivare anche alla favolosa Reggia di Caserta (foto), eredità dei Borbone e Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO.

Reggia-Caserta
Reggia-Caserta

 Foto 1: © GothEric, 2004 /Foto 2: © Carlos Mejia Greene, 2008

Coste e spiagge: la scelta di Dalani

Ma Amalfi vuol dire soprattutto mare Mediterraneo. E dunque spiagge straordinarie legate dal filo conduttore di riflessi cristallini e turchesi, come tutte quelle della costiera amalfitana, o incredibili scorci come quello del Fiordo Furore (foto), la costa di Minori, o la Terra delle Sirene.

Amalfi-Spiagge

© Sabatino Guida, 2013

Shopping d’Amalfi: ceramiche e limoni

Spostandosi da una località all’altra si avranno tantissime occasioni per dedicarsi allo shopping. Tra le specialità tipiche del luogo i famosi limoni Costa d’Amalfi, raccontati dall’intensità del giallo che li caratterizza, e tutti i sapori che da questi agrumi derivano. Ma soprattutto le ceramiche realizzate e decorate a mano dagli artigiani del luogo. Oggetti splendidi dai colori più svariati, dal porpora all’azzurro, al classico bianco, tanto vivaci che sembrerà di portar con sé un pezzo di Mediterraneo. Il ricordo più bello perché la vacanza nella splendida Amalfi diventi veramente indimenticabile.

Amalfi-Limoni-Limoncello
Amalfi-Ceramiche

Foto 1: © Giovanni, 2009 / Foto 2: © Mirari Erzoiza, 2008 

 

Promoted: Foto 1: © ghconventodiamalfi.com / Foto 2: © Giovanni Mastellone, 2014

Testo: Daniele Duso

Daniele Duso

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App