Hotel National: Art Nouveau nel cuore di Mosca

Interni unici, storia, posizione perfetta e servizi esclusivi. L’Hotel National è diventato uno dei luoghi più chic di Mosca, un posto in grado di attrarre turisti da ogni parte del mondo. Dalani vi racconta una storia carica di fascino in un tour attraverso le sue magnifiche stanze.

Hotel-National, Hotel-mosca, Hotel, Architettura, Arredamento, Stile, Storia, Art-nouveau, Mosca

Hotel National – Hotel a Mosca con vista sul Cremlino

Collocato nel punto di incontro di due delle strade principali del centro di Mosca, la Tverskaya e la Mohovaya, Hotel National è uno degli edifici più belli della capitale russa.

Hotel National a Mosca – Indirizzo e come arrivare

Hotel-National, Hotel-mosca, Hotel, Architettura, Arredamento, Stile, Storia, Art-nouveau, Mosca

Situato nel cuore di Mosca, a Mokhovaya Street 15/1, Tverskoj, dalle finestre dell’Hotel National è possibile godere di una vista mozzafiato sul cuore della città: da piazza Manezhnaya (“del maneggio”) al Museo statale di Storia, fino alle torri del Cremlino.

Hotel National – Storia e cultura in stile Liberty e Art Nouveau

La storia dell’Hotel National è ultracentenaria. Fu costruito tra il 1901 e il 1903, durante l’epoca dell’Art Nouveau, diffusasi in Italia con il nome stile Liberty. All’inizio del Novecento si sentiva l’esigenza di un nuovo hotel di livello internazionale collocato nel centro di Mosca (Leggete qui per scoprire cosa visitare a Mosca). Da qui la decisione di costruire il National.

Hotel-National, Hotel-mosca, Hotel, Architettura, Arredamento, Stile, Storia, Art-nouveau, Mosca

Il “National”, dalla sua apertura, fu considerato un hotel avveniristico con energia elettrica in ogni stanza, ascensori, un moderno sistema di riscaldamento, un servizio taxi e dei telefoni.

Hotel National a Mosca – Arredamento e architettura Neorinascimentale

L’edificio fu costruito con uno stile eclettico che mescolava elementi di Art Nouveau, conosciuto in Italia anche come stile floreale, Classicismo e architettura Neorinascimentale. L’influenza di questi stili è molto evidente anche negli interni che ancora oggi stupiscono per le magnifiche decorazioni e gli ornamenti: marmo, stucco, soffitti affrescati e vetrate colorate completano in maniera armonica il look classico dell’hotel. Agli albori del secolo scorso, rappresentati delle famiglie reali europee, l’aristocrazia russa e gli ospiti di Nicola II, “l’ultimo Zar”, erano soliti soggiornare presso l’hotel.

Hotel-National, Hotel-mosca, Hotel, Architettura, Arredamento, Stile, Storia, Art-nouveau, Mosca

Hotel National durante l’era sovietica

Dopo la rivoluzione del 1917, l’Hotel National è diventato un luogo fondamentale per le rappresentanze statali dell’Unione Sovietica. Il primo palazzo del governo ebbe sede qui e i ministri e l’establishment politico viveva nella struttura. Fino al 1932, quando il “National” tornò ad essere esclusivamente un hotel.

Hotel-National, Hotel-mosca, Hotel, Architettura, Arredamento, Stile, Storia, Art-nouveau, Mosca

Durante la seconda guerra mondiale trovarono rifugio nella struttura rappresentanti degli Alleati, consolati e la Croce rossa, in fuga dagli edifici bombardati.

Nel dopoguerra, Hotel National tornò in piena attività ma senza il lustro e lo splendore degli anni precedenti. Iniziò una lunga fase di declino, conclusasi nel 1991 quando finalmente si decise di ristrutturare per riportare il “National” alla gloria passata.

Hotel-National, Hotel-mosca, Hotel, Architettura, Arredamento, Stile, Storia, Art-nouveau, Mosca

L’hotel dispone di 202 camere (di cui 56 suite) decorate in stile classico e arredate con mobili antichi e rari.

La rinascita di Hotel National – Un tesoro della Russia

Dopo anni di lavori e ammodernamenti, l’Hotel National riaprì le porte, nel 1995. Oggi il “National” è l’unico hotel russo a fare parte del brand “The Luxury Collection”, che include gli alberghi più lussuosi del mondo. Il palazzo e gli interni sono considerati un autentico patrimonio artistico da conservare e preservare.

Foto: Eastnews e Shutterstock

Giovanni Deponti

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline