Club Sandwich vegetariano di Laurel Evans - Ricette dal mondo

La tavola come incontro di culture. Già, perché, complice Expo 2015, oggi più che mai il cibo si configura come un linguaggio capace di uscire dai propri confini per creare un discorso globale in termini di gusto. Dalani inizia un viaggio attraverso le cucine dal mondo e lo fa a partire da una delle più eclettiche rappresentanti dell’universo del food, Laurel Evans, autrice del blog “Un’americana in cucina”, che su Dalani propone la sua ricetta: Club Sandwich vegetariano.

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food

Club Sandwich vegetariano – Le ricette di Laurel Evans per Dalani

Una donna, mille volti, infinite ricette. Blogger professionale, docente di cucina, scrittrice, autrice e volto televisivo. Laurel Evans è un personaggio eclettico, colorato, creativo. Autrice del blog “Un’americana in cucina”, si è saputa affermare nel tempo come interprete, perfetto punto di incontro e di scambio tra due universi: la tradizione gastronomica italiana e quella americana. Laurel ci propone la sua versione di un grande classico, reinterpretato: il Club Sandwich vegetariano.

CLUB SANDWICH VEGETARIANO

  • 3 fette di pane integrale in cassetta o di pan carré
  • 2-3 fette di scamorza affumicata
  • mezzo avocado maturo
  • 1 carota, grattugiata grossolanamente
  • germogli misti (tra germogli di soia, di ravanello, etc)
  • maionese, senape e altre salse a piacere
  • sale e pepe a piacere
  • 4 stecchini di legno
PER 1 SANDWICH

Mettete le fette di pane su una placca da forno (o su una piastra) e sistemate le fette di scamorza sopra sola una delle fette di pane. Tostate il pane in forno (o con la piastra) fino a che il formaggio si scioglierà e il pane diventerà dorato.

Sbucciate l’avocado e togliete il seme. Schiacciatelo bene con una forchetta e salate leggermente.

Allineate le tre fette di pane su un tagliere, con la fetta col formaggio nel mezzo. Spalmate la prima fetta con la crema di avocado, coprite con le carote grattugiate e 2-3 fette di pomodoro. Sulla seconda fetta di pane (sopra il formaggio fuso) sistemate i germogli misti e altre fette di pomodoro se desiderate; salate e pepate. Appoggiate con cura la seconda fetta di pane sopra la prima, con il late farcito in alto. Spalmate la terza fetta di pane con maionese e senape, e chiudete il panino con questa terza fetta di pane, il lato spalmato di maionese verso il basso. Tenete chiuso il sandwich infilandolo per tutto lo spessore con i 4 stecchini.

Usando un coltello seghettato tagliate il sandwich in diagonale a formare 4 pezzi triangolari (ognuno fissato al centro con uno stecchino).

Le ricette di Laurel Evans – Club Sandwich vegetariano, libri, tv e…

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food

La ricetta del Club Sandwich vegetariano, grande classico della cucina americana reinterpretato per l’occasione, si trasforma in un buonissimo motivo per incontrare di nuovo Laurel Evans. Un’amica di Dalani, che con un sorriso incontenibile e un accento iconico riesce a mettere la propria firma sulle ricette più fantasiose, trasformandole in eredità di una tradizione culinaria a cavallo tra l’America e l’Italia.

Noi ci conosciamo già da qualche anno e ti abbiamo sempre trovata, per rimanere in tema, con “le mani in pasta”. Libri, Tv, blog: quali sono i nuovi progetti in cantiere?

Ci sono diversi progetti in ballo. A Milano sono stata coinvolta nel Salon du chocolat, per la prima volta in Italia, evento nato a Parigi 20 anni fa che raduna i mâitre chocolatier e le eccellenze del settore. Gusto, amore e passione gli elementi chiave. In seguito, prenderò parte alla prossima edizione del Salone del Mobile. Questo per quanto riguarda gli appuntamenti fisici. In generale, sto lavorando in parallelo per proporre i miei lavori in modo più ampio sul mercato italiano e su quello americano“.

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food

Per l’Italia ho in cantiere due grandi progetti: un nuovo libro e un format Tv abbastanza diverso da tutti quelli esistenti legati al mondo del food. Relativamente al panorama a stelle e strisce, dopo essere stata ambasciatrice del padiglione degli Stati Uniti per Expo 2015, ho avuto modo di stringere un forte legame con una delle sue responsabili, un’esperta di food a 360 gradi. Con lei sto lavorando ad una serie di iniziative che riguarderanno sia il mio blog “Un’americana in cucina”, sia una serie di viaggi che mi porteranno fisicamente in giro attraverso l’America. In generale, continuo a rappresentare il cibo raccontandolo parallelamente alla dimensione del traveling, del viaggio“.

Il cibo, quindi, come esperienza?

Assolutamente sì, ma non solo. Il cibo è anche cultura, rappresenta le nostre radici. Una dimensione da vivere non solo come trend sociale, come una semplice moda che giustifichi il fatto che chiunque affronti il tema food con grande facilità“.

Expo 2015 e la cultura del food secondo Laurel Evans

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food
Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food

A proposito di Expo 2015, che ti ha vista appunto quale madrina del padiglione degli Stati Uniti. L’evento che ha cambiato il volto di Milano ha aperto definitivamente la strada all’idea della tavola quale incontro di culture diverse. Questo ha influenzato il tuo approccio al cibo e, secondo la tua esperienza, quello di coloro che ti seguono?

Oggi si parla sempre di più della tavola come commistione di culture. Expo 2015 ha confermato questa evoluzione annunciata. Per quanto mi riguarda, ho sempre collegato quelli della tavola e delle cucine moderne ad un concetto più profondo. Anche rispetto al discorso della mise en place, apparentemente più legata ad una dimensione puramente estetica che risponde a principi di trend e design. Io ho invece sempre cercato di raccontare l’universo di saperi, tradizioni e conoscenza che gravita attorno al food, ponendomi quale filtro, come un’interprete per il pubblico che mi segue. In questo senso, Expo ha facilitato l’apertura mentale ad un approccio in grado di andare oltre quello sensoriale del cibo, un discorso che mi piace approfondire con realtà come Dalani“.

Cucine dal mondo – Ricette e tradizioni culinarie

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food

Quando si parla di ricette di cucina si possono affrontare una serie incredibile di tematiche legate alle tradizioni, come quella tipicamente americana del Thanksgiving, il giorno del Ringraziamento, o alle religioni, come nel caso del Natale, anch’esso ricco di esclusive interpretazioni a seconda della cultura di riferimento.

E’ a questo punto che io mi pongo quale filtro. Le diverse feste religiose, per esempio, svelano moltissimo delle tradizioni delle società alle quali si riferiscono, dal punto di vista culinario e non solo. Expo mi ha aiutata anche in questo obiettivo: raccontare le mie radici e rivedere tutte quelle della tradizione americana, spesso erroneamente legata al cliché del Junk Food, di un cibo meno pregiato rispetto a quello italiano“.

Un blog di cucina quale specchio della società?

Una delle tue più grandi capacità è da sempre quella della storytelling, l’arte di raccontare una storia. Quanto è importante per te la rappresentazione del cibo e delle tue ricette rispetto al pubblico che ti segue?

E’ fondamentale. Soprattutto per il lavoro che svolgo sulle mie piattaforme social. Nonostante le mie esperienze in Tv, io nasco come scrittrice. La mia carriera è iniziata prima con un libro, in seguito al quale ho deciso di aprire il blog “Un’americana in cucina”. Ho la fortuna di essere madrelingua inglese, e di esserlo ormai praticamente diventata anche per quanto riguarda l’italiano. Il primo è diretto, asciutto, sintetico e riassuntivo. Il secondo è un linguaggio più ricco e romantico. L’essere “nel mezzo” mi aiuta a mediare, a raccontare il mio lavoro con passione, attraverso una ricostruzione di quello che faccio e vivo in grado di apparire perfettamente comprensibile per entrambe le culture“.

La cucina di Laurel Evans – Una storia da raccontare

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food

Ed è proprio per quella innata capacità di raccontare ciò che non si vede, ciò che va oltre la dimensione di un piatto da gustare, che Laurel Evans ha saputo conquistarsi un posto al sole in un panorama mediatico saturo e competitivo. Svelare le tradizioni, i ricordi personali legati ad una specialità della cucina americana che diventa parte della cucina italiana, e come tale viene accettato al pari delle classiche ricette della nonna, proprio come accade per il Club Sandwich vegetariano. Il tutto sempre condito da alcuni ingredienti fondamentali: innovazione e coraggio di osare, con rispetto.

Laurel Evans è sempre stata un po’ in controtendenza rispetto a tutti i reality in cui la cucina è vissuta in modo esasperato, concorrenziale. Quasi una sofferenza. Qual è la tua idea di tale rappresentazione mediatica del cibo e di come questa dovrebbe essere?

Non ho un parere critico a riguardo. Non giudico format Tv che possono essere diversi dal mio modo di essere e di vivere il cibo. Semplicemente la mia curiosità si riversa nella voglia di fare qualcosa di differente, nella ricerca di un’inedita interpretazione del mondo del food. In questo vedo un’enorme opportunità. Quando, per esempio, mi sono messa alla prova con il mio reality, all’interno di un panorama mediatico già saturo di programmi dedicati ad ogni tipo di ricettazione o di sfide gastronomiche con giurie di super esperti, ho voluto sperimentare lo street food, che poi ha spopolato proprio in occasione di Expo, ma anche in città come Milano, Bologna, Firenze o Roma grazie allo “Streeat Food Truck Festival”, l’unico festival italiano dedicato al cibo di qualità su ruote. Ora è un vero trend, che io ho raccontato in Tv già alcuni anni fa“.

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food, Cibo
Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food, Cibo

Ciò che ancora non esiste rappresenta una fonte inesauribile di possibilità. Questa filosofia è alla base del format che stiamo studiando. Raccontare, con la massima considerazione, la realizzazione di un piatto e tutti quei volti che in esso si nascondono. Quindi la filiera produttiva e i suoi attori, la reperibilità degli ingredienti, la loro origine, il perché dell’utilizzo di una salsa piuttosto che un’altra“.

Il mondo di Laurel Evans

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food, Cibo

Oggi, a partire dalla tua ricetta del Club Sandwich vegetariano, parliamo invece di cucina Fusion…

Il Fusion mi rappresenta. Chiaramente in un senso un po’ diverso dal concetto che lo associa ad un mix di cucine appartenenti al mondo asiatico, o comunque ad un connubio tra Oriente e Occidente. Il “mio” Fusion combina differenti elementi della cultura occidentale, coinvolgendo la tradizione culinaria italiana e quella statunitense. Un po’ come ho fatto con il mio Club Sandwich. Ogni tanto mi concedo qualche licenza poetica, abbinando particolari salse a specialità a stelle e strisce per dar loro un tocco d’esotico“.

Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food
Club-sandwich, Club-sandwich-vegetariano, Ricette, Laurel-evans, Cucina, Dalani, Food

Club Sandwich, cucina, design e mise en place – I consigli di Laurel Evans

Abbiamo parlato di Club Sandwich, cucina, design e mise en place. Hai una ricetta sempreverde per fare un figurone a tavola in ogni circostanza, combinando estetica e gusto?

Di sicuro uno dei piatti iconici in grado di risolvere contemporaneamente entrambe le necessità è il tacchino del Thanksgiving, il giorno del Ringraziamento celebrato in America il quarto giovedì di novembre. Perché, come tradizione richiede, è un piatto ricco il quale, cucinato secondo le sue regole, trasforma anche il più piccolo dettaglio decorativo in un punto focale sulla mise en place. L’alternativa rimane sempre quella di un coloratissimo Club Sandwich vegetariano…

Un’ultima curiosità: abbiamo visto che cucini scalza? Fa parte di un rito o è pura comodità?

Io sono una persona assolutamente pragmatica, mamma di due bambine e sempre di corsa. Si tratta solo di un vezzo, un’abitudine che non ha nessun significato scaramantico o rituale. Sono semplicemente io, in cucina“.

Ed è proprio questo che ci piace di Laurel Evans. Ogni dettaglio nasconde un mondo, un progetto o, per contrasto, stupisce per essere semplicemente tale. E sorprendere è virtù di pochi, anche e soprattutto con un Club Sandwich vegetariano in chiave rainbow…

Testo e intervista: Alessandro Balia / Foto: Francesco Romeo per Dalani / Ricetta Club Sandwich vegetariano: Laurel Evans

Alessandro Balia

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline