Carnevale di Venezia - Arte, maschere e Murano

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail

Buongiorno Siora Maschera“. Così, da 900 anni, un saluto tanto ironico quanto teatrale accompagna l’illusione del Carnevale di Venezia. Fascino e mistero, Giacomo Casanova e Carlo Goldoni, trasgressione e artigianalità. Lungo le calli di Venezia, attraverso i suoi canali, Dalani vi accompagna in un viaggio a cavallo dei colori della città sulla laguna che, per un breve periodo, si trasforma nel più grande palcoscenico del mondo. Benvenuti al Carnevale di Venezia.

Carnevale di Venezia: storia di arte e di colori

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail

Quello di Venezia è un carnevale dalle origini antichissime, tanto da essere globalmente riconosciuto quale parte del D.N.A. della Serenissima. Se ne hanno tracce a partire dal 1904, quando la città era sotto il dogato di Vitale Falier. Una celebrazione connessa ai divertimenti pubblici nei giorni che precedevano la Quaresima. Ma l’evento in sé è parte di una tradizione ancestrale, legata ai culti di passaggio dall’inverno alla primavera, quali i Saturnali latini o i riti dionisiaci.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail

Una volta all’anno è lecito non avere freni“. Lo stesso spirito accomunava il mondo latino e quello delle oligarchie veneziane, che proprio nel carnevale trovavano uno stratagemma per dare ai ceti più umili l’illusione momentanea di immedesimarsi nel mondo della classi più ricche, burlandosene. Teatro e politica, quindi, nel tempo declinati in una miriade di universi paralleli, un connubio di arte e colori, intesi come sfumature della vita dell’epoca. I nostri inviati speciali Alessandro Pennesi e Rosita Mengotto, rispettivamente Stylist e esperta di vintage di Dalani, hanno indossato per voi la maschera del tempo per calarsi nel grande spettacolo del Carnevale di Venezia. Inizia così la loro ricerca alla scoperta dei tesori di una tradizione che Dalani vuole regalare alle vostre case.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail
Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail
Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail

Carnevale come cocktail di moda, cultura e costume

Così, il carnevale consentiva, anche se per un breve periodo, di lasciar da parte le preoccupazioni per dedicarsi al puro divertimento. La Riva degli Schiavoni, Piazza San Marco: ogni angolo della città si trasformava in un palcoscenico pronto a ospitare saltimbanchi, acrobati, buffoni e musicisti. Ma tra risa, illusioni e magia, quello che andava configurandosi era il futuro di un brillante firmamento di arte e artigianalità Made in Italy. Un colorato cocktail di moda, cultura e costume capace di offrire, ai più audaci, l’opportunità di trovare una forma di espressione artistica e un mezzo di trasgressione e ribellione ai dogmi dell’epoca. Un grande teatro, insomma, che, una volta alzato il sipario, apriva la strada a grandi cambiamenti, attraverso due vere icone, globalmente riconosciute come tali, del Carnevale di Venezia: le maschere e i Goti.

Le maschere di Venezia: matrimonio tra arte e audacia

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Le differenze di ceto, il genere, la stessa identità personale. Tutto questo si annullava nei giorni del carnevale di Venezia. Semplicemente grazie ad uno degli espedienti che è da sempre parte stessa della vita dell’uomo: indossare una maschera. Inizialmente uno stratagemma delle classi al potere per distrarre le classi più disagiate dai problemi della società, ha aperto le danze in un matrimonio tra arte e artigianalità, oggi fiore all’occhiello del Made in Italy nel mondo. Gli artigiani che fabbricavano questi piccoli gioielli erano chiamati mascherieri. La loro categoria era inglobata in quella dei pittori e aveva un proprio statuto datato 1436. Incredibile dovizia di particolari, finiture pittoriche e grande capacità di satira. Questi gli ingredienti per una formula di un successo che da secoli non conosce declino. Ripercorrendone i passi, inseguendone i colori riflessi nei canali della città, Alessandro e Rosita si sono imbattuti nelle meraviglie artigianali di Papier Machè. Un vero scrigno che perpetua i sogni e la tradizioni di Venezia.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano
Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Qui, immersi tra lo schiamazzo delle risa festose e dei sonetti che paiono ancora echeggiare rimbalzando sui profumi di ciò che è tipicamente artigianale, scopriamo che ogni maschera ha la sua storia. In particolare, tre sono gli esemplari eletti dalla tradizione quali rappresentativi di tanta cultura: le maschere de Il Medico della peste, La Moretta e La Bauta.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Nonostante il contesto, il Medico della peste (foto a sinistra) ha origini tutt’altro che allegre. Fu infatti inventata dal dottor Charles De Lorme nell’ingenua speranza che questa servisse a scongiurare il contagio dall’epidemia di peste che nel 1630 devastò la città. Il lungo becco veniva riempito di erbe medicamentose e unguenti i quali avrebbero dovuto filtrare i pericoli della malattia. Oggi, il suo significato mescola gioia e sofferenza. Scongiurando la minaccia, il volatile manterrà sempre la Serenissima lontano dal male, al riparo sotto le proprie ali. La Moretta (foto a destra), che il nostro Alessandro non ha potuto fare a meno di indossare in una sorta di gioco all’immedesimazione, era destinata prevalentemente ad un pubblico femminile. Maschera ovale, originariamente di velluto nero, era utilizzata dalle dame quando si recavano in visita alle monache.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano
Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Importata dalla Francia, divenne presto una moda, grazie alla sua peculiare sagoma che disegnava con cura i tratti del viso. E’ quella che viene definita una maschera muta. Veniva infatti indossata tenendo in bocca un bottoncino, posto all’interno all’altezza della bocca. Questo impediva la parola, permettendo alle donne di accedere, senza essere riconosciute come tali, a luoghi, teatri e eventi rigorosamente destinati agli uomini. Un vero strumento di ribellione ed emancipazione, in chiave teatrale. Anche La Bauta (Esemplare che fa capolino nell’angolo a destra della foto in basso) si inseriva in questo filone. Originaria del XVII secolo, era indossata anche nella vita quotidiana. La sua forma particolare riusciva ad alterare parzialmente la voce, consentendo quindi di essere meno riconoscibili senza la necessità di toglierla per bere e mangiare. Dalani ha scovato per voi una preziosa rivisitazione in foglia oro. Una vera gemma da esibire nel vostro angolo da palcoscenico.

Carnevale di Venezia? Questione di Galateo

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Dal costume al galateo, il passo è davvero breve. Una particolare tipologia di maschera era quella che prevedeva la presenza di un manivo, una sorta di manico da tenere rigorosamente con la mano opposta a quella con la quale si era soliti brindare. Il Bon Ton non permetteva di toglierla in alcun momento, quindi essere glamour richiedeva, a lungo andare, uno sforzo fisico non indifferente. Ovviamente, i mancini necessitavano di un modello su misura. Da qui, la produzione artigianale ha in seguito preso forma in mille sfaccettature, dalle maschere con finiture pittoriche a quelle con dettagli in vera piuma, passando attraverso quelle con decori ispirati agli antichi edifici in stile Rococò della città. Fino ad arrivare a quella dello Zanni (foto in basso). Personaggio storico della Commedia dell’Arte, antenato dei più celebri Arlecchino e Brighella. La figura fa riferimento a quella di Giovanni, un facchino furbo, arguto e intrallazzatore, vero protagonista del teatro di tutte le epoche.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Papier Machè si rivela così il portale per la Venezia dei grandi ricevimenti, delle feste lussuose e delle strade malinconicamente luccicanti. Un dama che si ribella ad un mondo di uomini, un buffone di corte, la frivolezza di un giovane rampollo e la passione dei teatranti di strada. Tutto si racconta attraverso uno strato di cartapesta riciclata incollato ad un secondo, ricavato dalle antiche divise dell’esercito tedesco. Questa particolare lavorazione permette di ottenere così la rigidità che è alla base delle meravigliose, e precisissime, sagome carnevalesche. Cliccate sulle frecce nelle foto per scoprire le meraviglie di Papier Machè.

Riflessi di carnevale: Goti e vetro di Murano

Il sole è ancora alto. E agli occhi di due ricercatori di tesori come Alessandro e Rosita non possono passare inosservati i riflessi di quelle che rappresentano le altre gemme dell’artigianalità veneziana: i Goti.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano
Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Un suono squillante e tagliente come il cuore di questi piccoli tesori, parte fondamentale della storia artigianale di Venezia, realizzati manualmente in vetro di Murano. La loro genesi, antica e parallela al percorso creativo delle maschere, prevede una semplice colata di vetro colorato, senza regole troppo definite. Tale elemento può essere mescolato con delle murrine, caratteristiche gemme di vetro dall’enorme potere decorativo, le quali possono venire disciolte completamente per donare all’oggetto così ottenuto una superficie assolutamente omogenea. Il tocco da maestro, una raffinata finitura in foglia oro e pasta di vetro capace di mettere in risalto lo scintillante pregio di questi capolavori.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

In alternativa, le murrine possono essere disciolte solo in parte nella colata di vetro precedentemente preparata, in modo da ottenere un peculiare effetto a rilievo sulla superficie dei bicchieri. Una colata di pasta di vetro colorata sui bordi completa la performance creativa dei maestri artigiani.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano
Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Il vetro di Murano, con la sua storia e le sua lavorazione complessa, che consiste in un vero e proprio rito iniziato alla sera con la miscelazione delle materie prime e dura tutta la notte, acquisisce forma inedita, e suono, in quei Goti capaci di brillare come gemme al sole, conservando la propria luce al calar della sera, come stelle nella notte della Serenissima.

Carnevale di Venezia: la notte è di scena

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Ed è proprio con il timido bagliore dei primi astri che lo spirito del Carnevale di Venezia sembra trovare il palcoscenico ideale, in una Piazza San Marco dipinta come un presepe cristallizzato nella classica sfera di vetro. Le tenebre dolcemente rischiarate avvolgono e accompagnano tutto il fascino e il mistero di quel mondo così frivolo, eppure così elegante, delle notti libertine di Giacomo Casanova, in contrasto con l’adorazione poetica di Carlo Goldoni a raccontare lo spirito più alto del carnevale del Settecento.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Il mito di una città che nel XIX secolo rappresenta a livello internazionale lo spirito romantico di artisti, scrittori, musicisti e personalità quali Richard Wagner, George Byron e Ugo Foscolo. Un luogo magico in cui una maschera era in grado, e lo è tutt’ora, di cambiare la percezione della propria vita, anche se solo per pochi giorni. Teatro, arte, storia, colori racchiusi nel semplice gesto del celarsi dietro un accessorio capace di andare oltre se stesso, per abbattere confini culturali e di ceto, e dare libera espressione a ciò che più definisce la storia italiana nel mondo: il talento.

Dalani cattura lo spirito del Carnevale di Venezia per riprodurne la magia nella vostra casa, il vero teatro, palcoscenico delle emozioni più vere. Lo sguardo nostalgico di una maschera che si posa su un mobile, appesa ad una tenda a far da sipario ad uno spettacolo living, o il racconto arcobaleno di un bicchiere in vetro di Murano che si trasforma in un porta tealight dai riflessi evanescenti. E’ il vostro carnevale, in una dimensione decor in cui, per contrasto, camuffarsi coincide con il raccontare le mille sfaccettature della propria dimora.

Carnevale, Venezia, Arte, Colori, Moda, Matrimonio, Cocktail, Maschere, Goti, Murano

Testo: Alessandro Balia
Foto: Francesco Romeo per Dalani

Alessandro Balia

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App