Trend Cannes - Festival di cinema, moda, glamour

Cannes si è concluso da poche ore, ma è ancora vivo il fermento per la 69esima edizione di un Festival che fa tanto parlare di sé in tutto il mondo. Un’edizione da vero red carpet, dove non sono mancati i gossip, le celebrità e un incantevole panorama: la Promenade de La Croisette. Dalani vi porta al 69esimo Festival di Cannes. Ciak, Azione!

Dalani, Cannes, Moda, Passione, Cinema

Il vincitore della Palma d’Oro 2016 Ken Loach – ©images.indianexpress.com

Sotto il sole di Cannes – I protagonisti

Tutto inizia l’11 maggio con la pellicola di Woody Allen, Cafe Society. Un film dai toni molto eleganti e immagini d’epoca ma, a detta degli esperti, povero nei contenuti. Assolutamente vincenti invece, le due protagoniste femminili: Blake Lively e Kristen Stewart. La giuria, dal forte taglio internazionale, ha raccolto grandi nomi del settore, primo tra tutti: il presidente George Miller. Insieme a lui, i registi László Nemes e Arnaud Desplechin, la cantante Vanessa Paradis, gli attori Kirsten Dunst, Mads Mikkelsen e Donald Sutherland e, non da ultima, la produttrice iraniana Katayoon Shahabi. Presente anche la nostra Valeria Golino, unico rappresentante italiano. Una squadra di grande spessore e dall’alto valore aggiunto: Ingrid Bergman, nominata Madrina Virtuale dell’evento. Un omaggio ad una grande attrice del passato, celebre per il suo prezioso contributo al neorealismo italiano anni ’50 e alla Hollywood di Casablanca e Per chi suona la campana.

Dalani, Cannes, Moda, Cinema, Passione

Ingrid Bergman – ©Insomnia Cured Here 2007

Il cinema di Cannes – Dalani in prima fila

Venti film in gara, provenienti da tutto il mondo (ad eccezione dell’Italia). The Neon Demon del danese Nicolas Windig Refn, è tra i più apprezzati e discussi. Un messaggio legato al mito moderno della perfezione, reinterpretato qui come favola horror. Pedro Almodóvar con il suo Julieta, ha portato in concorso un piccolo manuale su come sopravvivere alle separazioni nella vita. Ispirazione ripresa dal libro In fuga, della canadese Alice Munro. Sean Penn è la nota dolente di questa edizione, sia per il film The last face, poco apprezzato dal pubblico (era prevedibile dopo il grande successo di Into the wild), sia per il freddissimo bacio con l’ex fidanzata Charlize Theron. Luci puntate sul vincitore Ken Loach e il suo film Moi, Daniel Blake. Un grande ritorno a dieci anni di distanza da Il vento che accarezza l’erba, con una storia dal forte sfondo sociale. Uno spaccato del vivere moderno in un mondo neoliberista.

L’Italia è tra le grandi assenti, ma non del tutto. Marco Bellocchio, Paolo Virzì e Stefano Mordini hanno tenuto alto il cinema nazionale, partecipando alle sezioni collaterali del Festival: Quinzaine des Réalisateurs e Un Certain Regard.

Dalani, Cannes, Moda, Cinema, Passione

Charlize Theron in Christian Dior con Javier Bardem e Jean Reno – ©Flipboard – MyMovies

Cannes: è di moda la moda

Il mondo della moda sta a Cannes come Cannes sta al mondo della moda. Potrebbe spiegarsi  così questo forte sodalizio, sempre più vivo edizione dopo edizione. Una vera sfida all’ultima Maison e come protagoniste le attrici più belle. E non solo…

La prima a farsi notare è Blake Lively. Per lei un’immagine da principessa, grazie ai meravigliosi abiti, firmati tra i tanti anche da Atelier Versace, scintillii, diademi, strascichi e le morbide rotondità da futura mamma. Una bellezza più ribelle quella di Kristen Stewart, sua compagna in Cafe Society. Per lei un look anni ’90, capelli ossigenati, t-shirt e trucco nero. Due donne molto diverse ma di forte impatto scenico. Così come Bianca Balti, sul red carpet con un romantico abito color perla firmato Alberta Ferretti, dalla lunga coda a sirena. Julia Roberts ha osato, presentandosi alla prima di Money Monster senza scarpe, ma con George Clooney. Un “contro look”, reso però indimenticabile da un lungo abito nero in Armani Privé e dal suo sorriso ammaliante. E infine come non parlare di lei, Charlize Theron, arrivata alla prima del film di Sean Penn con un bellissimo tailleur Dior. Look maschile, reso ancora più sensuale dalla sua falcata e da una vertiginosa scollatura.

Dalani, Cannes, Moda, Cinema, Passione

Julia Roberts in Armani Privé e Amal Alamuddin in Versace – ©images.indianexpress.com

A Cannes è passione Social

Il fenomeno social sbarca al Festival di Cannes. Tantissime “social fashion” regine di Instagram, hanno immortalato le loro pose migliori per i migliaia di followers al loro seguito. Tra tutte: Bella Hadid, sorella minore della top Gigi. Elegante e austera, ha rapito l’attenzione dei fotografi, con la sua fresca bellezza (classe 1996) e il bellissimo abito color champagne di Roberto Cavalli. Ma la bella Bella non è l’unica ad aver fatto parlare di sé. Ana Girardot, nuova musa di Fendi, si è fatta subito notare sul social fotografico più famoso, così come la super top Kendall Jenner.

Dalani, Cannes, Moda, Passione, Cinema

Bella Hadid in Roberto Cavalli – ©images.indianexpress.com

Un festival sul mare

Una passerella continua quella di Cannes, un’occasione per far parlare di sé, scoprire talenti e nuove realtà cinematografiche. Perché in fondo, Cannes, mette d’accordo tutti, appassionati e curiosi, che qui possono trovare il grande cinema, la bellezza, le celebrità. A far da cornice, una splendida località della costa Azzurra, celebre per il suo charme innato e per uno stile, che continua ad essere icona di un’epoca. E quando si spengono le luci, i post scompaiono e la stampa volta pagina, è il cinema, quello che conta davvero.

Foto: ©AC Poujoulat / AFP

Stefania Tagliaferri

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline