Lo stile del tempo

Chi ama stupire il proprio partner per San Valentino, non può fare a meno di regalare un oggetto capace di… fermare il tempo! Un orologio vintage è ideale per tutte le occasioni, dai più sportivi con cinturino in tela, come lo Zenith Stellina ideale per lui, all’eleganza del Baume Et Mercier anni ’50 per lei. La giusta scelta per uno stile intramontabile.
 

Una questione di valore

valore

Nell’epoca della digitalizzazione portare al polso un oggetto segnato dallo scorrere del tempo non ha prezzo. Gli orologi computerizzati sono sicuramente più precisi dei meccanici, ma non portano con sé tutto il valore di una storia vissuta. Il tempo si può misurare, ma la qualità dello stesso no. Per questo un orologio vintage riesce ad arricchire ogni momento della vita.
 

L’orologio perfetto

orologio perfetto

Ogni differente contesto richiede il giusto abbigliamento e i giusti accessori. Sul luogo di lavoro niente è più utile di un cronografo importante e funzionale, per un weekend al mare ci si può concedere la sportività di un cinturino in tela. Ma per distinguersi nelle serate di gala, niente è meglio di un dress watch, magari in stile decò. Ogni situazione ha bisogno delle giuste lancette.
 

Un problema di stile

stile

Prodotti capaci di legare passato e futuro con un linguaggio autentico. Lo scorrere del tempo non è solo un’incombenza, ma un’opportunità per sfoggiare lo stile migliore. Ognuno di questi oggetti si caratterizza per l’espressione della propria epoca. Dagli anni ’30 agli anni ’70, a carica automatica o manuale, ogni orologio è in grado di incarnare classe e raffinatezza retrò.
 

Qualità e prestigio

qualità

Il valore che acquista un orologio vintage non è dato soltanto dal tempo. La marca molto spesso è la peculiarità che ne arricchisce il pregio, ma contribuiscono altri fattori. Come per esempio i movimenti complicati, oppure la rarità e le serie limitate. Non solo oggetti da collezionisti dunque, ma articoli capaci di aggiungere quel tocco di eccezionalità al semplice rumore di un tic tac.
 

Storie di orologi

“Chi fa la storia non ha tempo di scriverla”, diceva Klemens Von Metternich. Ma un orologio è da sempre lo strumento che serve a scandire il tempo della storia. La millenaria tradizione di misurare il tempo, infatti, oggi è diventata anche un modo per far valere il proprio status symbol. Uno stato dettato non solo dalla moda e dallo stile, ma anche dall’appartenenza sociale. Ne è un esempio lo splendido Hamilton del 1973 che riporta nel quadrante simboli massonici di vario tipo. Sul fondello si trova incisa una traccia della sua storia vissuta… peccato solo che non possa parlare!

“Senza emozioni il tempo è solo un orologio che fa tic-tac…“
dal film Equilibrium, Usa 2002
 
 
 

Testo: Viola Bottoni
Foto: Francesca Marini

Margot Zanni

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App