Amore di chalet - Shabby, rustico o glam?

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Questo è amore. Un paesaggio innevato, i deboli riflessi del sole al mattino che ne solleticano il candore, un camino accesso.. E lo stress della città lontano anni luce da ogni piccolo gesto quotidiano. Più che un sogno, è un’icona: quella dello chalet. Dalani vi apre le porte di un paradiso nel cuore delle Alpi francesi, declinato, attraverso piccole e grandi soluzioni d’arredo, in mondi fatati dal sapore shabby, rustico o glam. A ciascuno il suo. Basta solo il consiglio giusto per ricreare il proprio chalet style.

Dalani racconta: Chalet style? Amore puro

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori
Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Chalet Chatel

Abitazione in legno con tetto a spiovente, ampiamente a strapiombo, con grondaia. Il termina di uso comune è di derivazione svizzera, ma la sua genesi sembrerebbe essere latina, anche se dal dubbio significato. Il più accreditato è “rifugio”. E di sicuro questa è l’accezione che più diffusamente è associata ad una tipologia di casa che ha fatto scuola, divenendo simbolo di una vera filosofia di vita. Una fuga dalla città, la fonte di un inesauribile relax, il perfetto nido per weekend romantici o feste da trascorrere con la famiglia. In qualsiasi caso, lo chalet style si configura una inarrestabile forma di amore dai tratti ben definiti.

Chalet tra Francia, Provenza e relax

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Chalet Chatel

Sullo sfondo il Monte Bianco, e al centro, come uno splendido piedistallo naturale, una collina a separare il fiume Arbon dall’Arly, incoronata da uno dei villaggi medievali più ricchi di tradizione, Megève. “In mezzo alle acque”, appunto, che un intellettuale del calibro di Jean Cocteau, all’inizio del ‘900, ha definito quale corrispettivo dell’ “XXI arrondissement di Parigi”. Qui si posa, come una gemma incastonata sul fianco della montagna, lo Chalet Chatel. Una vera meraviglia in grado di conservare totalmente la patina antica che lo ha visto attraversare il tempo nel collezionare fascino. Il calore del legno è lo sfondo perfetto per il connubio di travi a vista, pavimento in cotto e cassapanche scolpite.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Non molto distante, nel cuore del borgo di Les Fermes de Marie, una perfetta fusione di fibra di legno e di luce accoglie nello Chalet Des Fermes, quasi speculare al primo, disposto su 3 livelli. Protagonista, questa volta, è l’enorme area lounge, anch’essa con travi a vista, accesa dallo scoppiettio di uno stupendo camino. La sala da pranzo, adiacente, apre su una splendida terrazza con vista. Le camere da letto rifiniscono un capolavoro architettonico, dotato addirittura di centro benessere privato.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Archetipi della montagna quale tempio del relax e atmosfera, in una Francia da cartolina in cui il fascino della Provenza si procrastina per luce riflessa attraverso una serie di dettagli immancabili. Grandi classici, dunque, ma che, grazie ad un sapiente gioco di scelte stilistiche, svelano le proprie, multiple sfaccettature declinandosi in tre icone: shabby, rustico e glam. Contrariamente a quanto si possa pensare, una soluzione molto più facile a farsi che a dirsi. Come? Ve lo svela Dalani. Ecco come personalizzare il proprio chalet, semplicemente scegliendo i dettagli che più vi piacciono. Se questo non è amore..

Chalet Shabby style: amore nostalgico

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Volete creare il vostro chalet shabby con un inizio in grande stile? Partite dal cuore dell’ambiente, la tavola. Parola d’ordine: naturale. Il legno è ovviamente l’elemento d’elezione, con le sue venature, la sua tonalità pacata e rassicurante, pastello per definizione. Ben vengano le varianti sbiancate e decapate, procedura facilmente eseguibile da ogni appassionato del fai da te, in grado di esaltare maggiormente la componente vissuta che è il punto di forza dell’intero filone. Credenze in tono rappresentano un must da abbinare al complemento centrale, meglio ancora se incoronate da grandi orologi a scandire, e celebrare, il tempo che scorre per creare stile.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Il prossimo passo? Rubare al passato la propria eredità. Le classiche porcellane e ceramiche della nonna sono parte fondamentale del vademecum shabby. E sulla tavola il gioco diventa davvero facile, ricorrendo a servizi di piatti e accessori, spesso in un total color bianco, a volte giocando con i colori, nelle loro varianti più neutre, quali verdone, grigio o marrone. Filo conduttore che deve essere ripreso dai tessuti: tovaglioli, runner e cuscini per le sedie. Questi ultimi, elemento da non sottovalutare mai, con fiocchetti o volant bene in vista. L’ispirazione natural può essere poi rifinita scegliendo di decorare la mise en place con pigne o composizioni di bacche, capaci di aprire un dialogo con l’outdoor che fa da sfondo attraverso le finestre. Infine, optate per il vetro e i suoi riflessi. Calici e bicchieri, in dimensioni e altezze diverse quasi a creare uno spartito musicale, richiamano i pendenti del caratteristico lampadario in stile candelabro, meglio ancora se in disuso, in cui le lampadine vengono sostituite con candele ardenti.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Chalet Chatel

Per un bagno nostalgico, optate per una vasca in stile vittoriano. Il classico modello con piedini, preferibilmente in candida ceramica con decori a rilievo, da abbinare al lavabo e alle spugne tono su tono, in deciso contrasto con lo sfondo caldo e naturale dell’ambiente in legno. Un decoro floreale con tanto di angioletti è davvero il tocco da maestro per massimizzare il risultato con il minimo dell’ingombro, puntando solo sul necessario strutturale.

Chalet Rustic Style: amore campestre

Lo stile rustico richiama l’ambiente rurale. I materiali da utilizzare sono quindi quelli più idonei a ricreare un’atmosfera genuina e concettualmente lontana dai canoni moderni. Anche qui, ma parlando di chalet non potrebbe essere altrimenti, il legno, specie se massello, deve essere predominante, per richiamare quella forte sensazione di funzionalità che non insegue inutili fronzoli per perseguire la massima prestazione. Ovviamente, tale filosofia può essere ammorbidita attraverso piccoli dettagli, iniziando, ancora una volta, dalla tavola. Tessuti dai colori vivaci ma dalla texture ricercatamente grezza, ceste portapane in rattan intrecciato, candelabri in ferro o ottone. Ogni cosa rimanda all’importanza del nucleo famigliare, alla necessità del ritrovarsi, alla fine della giornata, quale rito di appartenenza.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Le cucine, ma più precisamente le zone da lavoro quali piani e isole, si fanno ampi, per permettere movimenti e l’utilizzo di molti accessori. Di grande tendenza in tale ambiente, il mix&match tra materiali di diversa composizione e derivazione. Legno, metallo, cemento, si fondono e si confondono arrivando ad un risultato di grande armonia estetica, come detta la legge del rustic-modern, sempre più d’attualità. Immancabili, tantissimi cassetti. Una cucina rustica è pura praticità, deve contenere, disporre, offrire possibilità di azione e di creazione. Le travi a vista, grande cult, possono essere combinate a faretti dalle luci soffuse, in un gioco di riferimenti temporali agli antipodi capaci di trasformare il caos in pura logica d’arredo.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori
Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Chalet Chatel / Le Chalet Des Fermes (foto a destra)

Le camere da letto di uno chalet rustico si vestono di struttura offrendo la possibilità di soluzioni di dimensioni importanti. Una cabina armadio o un letto a baldacchino sono dei veri sogni che si avverano, mentre divani, meglio se in pelle dall’aspetto ricercatamente sgualcito, e grandi bauli sono all’ordine del giorno per completare l’economia dell’ambiente. Anche qui, neanche a dirlo, è d’obbligo giocare con i tessuti. Copriletto e coperte in tonalità pastello, se non classicamente naturali, si sposano alla perfezione con nuvole di cuscini che ne riprendano la fantasia. Grandi quadri sono preferibili, ma fate attenzione a non sfociare in texture affini ma più tipiche del genere country. Questione di sfumature, certo, ma davvero un’altra storia..

Chalet Glam Style: amore moderno

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Lo stile glam si caratterizza per la grande personalità. Una derivazione del filone moderno, si configura come coraggio, l’audacia di essere protagonisti con accenti importanti, attraverso accostamenti azzardati ma, se sapientemente bilanciati, di grande impatto. Per rimanere in temi di sogni, la camera da letto si presta agli esperimenti più wild, per definizione. Basta qualche cuscino, certo, ma in cui la particolarità risieda nell’abbinamento di materiali basici e tradizionali, quali cotone e tessuti diversi, a superfici importanti, voluminose, quali la pelliccia, rigorosamente ecologica. Un copriletto dalla lavorazione patchwork, in una tonalità tortora che strizza l’occhio al luccichio dell’argento (vi viene in mente qualcosa di più glam?). Un tappeto dall’effetto irsuto, a contrastare la levigata neutralità delle pareti e del pavimento, crea un bel movimento e solletica la voglia di rinnovarsi di un ambiente dal carattere classico.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Il discorso può essere ripreso dalla parete, anch’essa rivestita dall’invitante opulenza di una pelliccia bianca, a mettere in risalto, per contrasto, il calore delle travi a vista. Il consiglio: scegliete tra le idee, o tra le loro possibili combinazioni, tenendo in considerazione anche, e soprattutto, lo spazio coinvolto. Glam non deve essere sinonimo di pacchiano o soffocante. In ambienti piccoli, meglio optare per un solo accento creativo, ma abbastanza ingegnoso da far cambiare volto alla stanza intera.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Chalet Chatel

Glam fa anche rima con colore. In questo caso, lasciate libero sfogo alla fantasia ma controllate gli eccessi. Giocate di concetto. Un tappeto dalle trame orientali (l’India e le sue tradizioni sono un perfetto punto di partenza) si presta alla perfezione come base di un tavolino in legno neutro ma dall’intaglio che ne richiami l’ispirazione. I cuscini, con applicazioni materiche a rilievo o vagamente animalier, mettono in risalto con fare graffiante divani e poltrone. Mentre una scacchiera, pur richiamando a gran voce storia e tradizione, trova proprio in queste due i punti di forza per divenire elemento di rottura, un elemento focale molto concettuale. Una pedina in avanti, e la domanda in sospeso su chi farà la prossima mossa. Cosa c’è di più glam di un po’ di mistero?

Must have da chalet: fiori e bollicine

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Oltre ogni strategia, al di là dei gusti personali, lo chalet style non rinuncia a due elementi. I fiori, singoli o in composizioni, meglio se dai colori forti per accendere i toni neutri e caldi dell’ambiente in legno. Qui l’imbarazzo è solo quello della scelta tra vasi in ceramica o porcellana, con superfici specchiate, dai rilievi e dalle fantasie importanti, e tra le alternative più ingegnose, quali la reinvenzione di contenitori in latta o di barattoli per alimenti. Infine, amore e creatività danno vita ad un indissolubile connubio di bollicine e dolci attenzioni. Quelle di una vasca abbastanza grande da permettere piacevoli momenti di relax a due, meglio se con idromassaggio.

Dalani, Amore, Style, Provenza, Relax, Shabby, Fiori

Le Chalet Des Fermes

Ma ricordate, dove possibile, di sistemarla accanto ad una finestra che si affacci, magari, su un panorama innevato, per un coccoloso contrasto caldo-freddo che porti a stringersi ancora di più. Una vera Spa con vista. Dopotutto, quello per lo chalet è un amore che guarda lontano..

Foto: Les Chalets des Fermes / L. Di Orio, F. Ducout, D. Derisbourg & DR.

Alessandro Balia

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline