A tu per tu con Nicoletta Romanoff

Come è la casa di Nicoletta? La nostra casa ha un gusto molto nordeuropeo. Preponderante il bianco e un arredo che gira intorno alle esigenze dei figli. Al tempo stesso ci sono delle note di antiquariato orientale provenienti dalla passione per l’oriente di mio marito e diversi oggetti appartenenti alla mia famiglia russa.

Qual’è la tua stanza preferita?

Devo dire che vivo la mia casa nella sua totalità. Ogni stanza rappresenta per me un momento preciso della giornata. La cucina è il luogo dove passo più tempo essendo un’appassionata di cucina ed avendo tre figli a cui preparare la cena! Cerco spesso di integrare il mio arredo moderno con dei pezzi particolari che trovo nei mercatini dell’usato.

camera da letto nicoletta

E le altre?

Anche il salotto e la sala da pranzo sono luoghi importanti perchè sono quelli in cui ci riuniamo ed in cui i miei tre figli stanno tutti insieme prima di rinchiudersi ognuno nelle propria stanza. Il bagno per una donna che fa il mio lavoro è una stanza molto sfruttata! Ho una cassettiera piena di trucchi, prodotti per i capelli di tutti i tipi e spazzole di ogni forma e grandezza. Spesso le mie amiche passano a casa per farsi truccare prima di uscire, proprio come facevamo da ragazze.

salotto nicoletta

E i ricordi?

Un ambiente non può non essere personalizzato. A me non piacciono quelle case apparentemente perfette dove tutto sembra avere una collocazione studiata, dove sembra di stare in un hotel anziche’ in una casa privata. A mio avviso una casa dovrebbe essere piena di foto incorniciate ma anche e forse soprattutto appoggiate qua e la o attaccate al frigo con una calamita. Non possono mancare oggetti che ricordano la famiglia di provenienza o un viaggio importante che ha lasciato il segno. Insomma la casa dev’essere un pò il prolungamento delle nostre camere da letto quando eravamo ragazzi.

sala nicoletta

Come organizzi la vita della casa?

Bilanciare il lavoro e la gestione domestica è molto difficile. Io ho la fortuna di poter avere un aiuto a casa che mi permette di fare tante cose che altrimenti non riuscirei logisticamente a gestire. Al tempo stesso però bisogna saper dare a tutti gli abitanti della casa delle regole precise. Una buona gestione domestica passa tra le mani di tutti i componenti della casa! Certo, con tre figli avere una casa sempre in ordine è come spalare la neve mentre continua a nevicare ma spero di aver trasmesso loro l’importanza per il rispetto dell’ambiente in cui vivono.

cucina nicoletta

E il futuro?

Attualmente ho appena finito l’esperienza televisiva del programma Altrimenti ci Arrabbiamo di Milly Carlucci. Non avevo mai partecipato ad uno show televisivo e per come era strutturato il programma l’ho trovato davvero delizioso. Ho potuto calarmi nel ruolo della ginnasta per un intero mese con allenamenti di 4 ore al giorno. Nessun film italiano mi avrebbe permesso una full immersion di questo tipo. Ne sono pienamente soddisfatta! Adesso vorrei dedicare una parentesi al teatro. Esperienza che ho provato una sola volta ma che mi ha lasciato una grande voglia di ricominciare!

scultura nicoletta

Elegante sobrietà

Sulla cresta dell’onda sin da giovanissima Nicoletta Romanoff diventa conosciuta al grande pubblico con il film di Gabriele Muccino “Ricordati di me” dove accanto ad un allure da modella colpisce per l’intensa interpretazione. Da allora non si è più fermata. Mamma di tre bambini si divide tra teatro, cinema e televisione dove attualmente ha appena finito il programma “Altrimenti ci Arrabbiamo” di Milly Carlucci.

“Devo dire che vivo la mia casa nella sua totalità. Ogni stanza rappresenta per me un momento preciso della giornata“
Nicoletta Romanoff – attrice

 

Credits:Foto: Westwing 2012, Gianmarco Chieregato, Andreas von Einsiedel, Montse Garriga
Testo: Margot Zanni

Margot Zanni

Hai giĆ  scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App