10 regole per una domenica pigra

Nelle fredde mattine d’inverno del weekend, quando fuori tutto è grigio e il tepore della casa inebria i sensi e intorpidisce il corpo, quanto è dolce il far niente. Che ci crediate o no, esiste una sorta di schematicità, un vademecum che si ripete sempre uguale a se stesso nelle svogliate giornate di relax. Dalani vi racconta le 10 regole per una domenica pigra a regola d’arte, da condividere con la giusta compagnia.

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

1) 10 regole per una domenica pigra – Colazione a letto

La prima delle 10 regole per una domenica pigra è più che altro un imperativo: dormire, dormire, dormire. Quanti di voi si ritrovano a rotolarsi sul letto fino a tardi compiacendosi, tra un risveglio e l’altro, di poter semplicemente girarsi dall’altra parte? E quando a tenerci svegli arriva, infine, quell’immancabile languorino, c’è solo una cosa da fare: colazione a letto!

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

Tè o caffè, latte o miele, una domenica all’insegna della pigrizia è anche del tutto votata alla golosità. Il risveglio deve essere dolce quanto i sogni, nel gusto e nell’estetica. Non rinunciate quindi a colorare ogni boccone con accessori in porcellana, teiere, tazzine e cucchiaini decorativi, magari a forma di cupcake o dolcetti. Un pizzico di originalità ha poi il sapore di una nuvola di zucchero grazie ad un gadget curioso, quale un filtro a forma di orsacchiotto.

2) 10 regole per una domenica pigra – “Il caffè lo fai tu?” style

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

Se c’è un’intramontabile tra le 10 regole per una domenica pigra è quella del caffè “su delega”. In una coppia che si appresta ad una giornata all’insegna del relax, assicurare a questa l’aroma migliore tocca sempre all’altro. Un piccolo gesto d’amore, sinonimo di attenzione, che in ogni caso assicura benefici ad entrambi. Un grande classico della nostra tradizione, il quale si presta più che mai ad eccentriche, quanto rispettose, reinterpretazioni Rainbow Style.

3) Il brunch della domenica – Mise en place in relax

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

Cosa accomuna ogni weekend all’insegna della pigrizia? Il brunch. In realtà, questo spesso coincide con la colazione. Altre volte, si tratta semplicemente di una sua continuazione, intervallata da un po’ di tempo dedicato al sonno o alle coccole. Tra le 10 regole per una domenica pigra, quella di trasformare la mise en place in una vera e propria vetrina di golosità spesso sistemata su supporti improvvisati, quali pouf o pile di libri. L’abbondanza è poi una costante, perfettamente in linea con la filosofia di una giornata nella quale prendersi cura di se stessi.

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

4) 10 regole per una domenica pigra – Arredamento da dolce far niente

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

L’arredamento adatto si rivela un complice prezioso per trascorrere una domenica all’insegna della pigrizia. La conseguenza più naturale di un goloso brunch è infatti quella della corsa al divano. In questo senso, il relax è sicuramente facilitato da sofà dai rivestimenti monocromatici o fantasie dai colori scuri e pacati.  Non dimenticate di affiancare a questi punti luce soffusi o candele, complementi in grado di assicurare in ogni caso la giusta dose di romanticismo.

5) Cuscini, plaid e dolci brividi

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

Tra le 10 regole per una domenica pigra non manca mai quella di circondarsi di tantissimi cuscini, in materiali caldi quali lana, velluto o eco-pelliccia. Dimensioni e forme possono essere le più diverse, come a dire a ciascuno il suo. Da abbracciare, impilare, condividere con il partner, rappresentano davvero il filo conduttore di una giornata casalinga all’insegna della pigrizia. Assolutamente da completare con coperte e plaid ton sur ton, negli stessi materiali, magari con tipiche lavorazioni a treccia, iconiche durante la stagione più fredda.

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

6) 10 regole per una domenica pigra – L’ora del tè

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

Dopo tanto dormire, anche se ancora sazi dal brunch, una pigra domenica che si rispetti non rinuncia mai al tè delle cinque. Si tratta più che altro del rituale, di una gestualità quale parte dei ricordi di tutti dei momenti trascorsi in famiglia, magari durante le feste. Non importa se la bevanda poi si traduca in cioccolata o in un semplice caffè, l’importante è non farsi mancare la propria tazza preferita, meglio se davanti ad un bel camino acceso.

7) Lana, cashmere e fashion – Tepore da indossare

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

Chi di voi può negare di avere un dress code ideale per le proprie giornate casalinghe? Un outfit che si ripete sempre uguale, totalmente dedicato all’occasione. E, con l’inverno che bussa alle finestre, lana e cashmere si confermano le scelte migliori: soffici, caldissimi, avvolgenti. Non serve per forza disporre di un maglione, una pashmina o una sciarpa sono molto più pratiche, da indossare e togliere, e altrettanto funzionali.

8) 10 regole per una domenica pigra – Trasformare il disordine in ordine

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

Ciò che caratterizza un domenica all’insegna della pigrizia è quel leggero disordine che in tale contesto trova la propria, perfetta logica. Un letto sfatto, una coperta dimenticata sul divano non sono altro che tracce del nostro passaggio. Discorsi semplicemente lasciati in sospeso, pronti ad essere continuati in qualunque momento. Che senso avrebbe rifare un letto alla perfezione per poi sprofondarvi  di nuovo appena un’ora dopo?

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

L’importante è applicare una strategia, una soluzione che mimetizzi il caos. Un plaid che riprenda le cromie del piumone arrotolato, le tazzine impilate con fare decorativo sul tavolo. Tutto si trasforma in un tocco di colore in una giornata nella quale ogni cosa è concessa.

9) Benessere e cura del corpo

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

La più, per così dire, dinamica tra le 10 regole per una domenica pigra è quella di dedicare un po’ di tempo alla cura del proprio corpo. Un bagno rigenerante, magari con dei sali terapeutici, un trattamento per il viso purificante all’argilla, una maschera ristrutturante per capelli affaticati da una settimana compulsiva. Il tutto rigorosamente circondati da nuvole di spugna, impilate, appese, strabordanti da ceste e cassetti, preferibilmente in tonalità neutre e della terra.

10) Chi trova un cucciolo trova un tesoro

10-regole-per-una-domenica-pigra, Arredamento, Fashion, Mise-en-place, Relax, Style, Weekend, Domenica

L’ultima, ma non ultima, tra le 10 regole per una domenica pigra è in realtà una vera scelta di vita. Quella della compagnia di un amico a quattro zampe. Cosa c’è di più bello del leggere un libro solleticando un pancino maculato o sonnecchiare mentre si stuzzicano quelle orecchie che non trovano mai pace. Ma la domenica arriva per tutti, e tutti hanno diritto al giusto riposo. Così, pigramente…

Testo: Alessandro Balia / Foto: living4media

Alessandro Balia

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline