A tavola con la primavera

Quando i sensi si risvegliano, la curiosità è l’istinto più sviluppato, e ci si sente come la classica apina che vola da fiore in fiore, non ci sono dubbi: è Primavera! Non c’è stagione migliore per osare, inventare, divertire. Soprattutto a tavola! Basta guardarsi intorno, per raccogliere quelle sensazioni, quei colori, quei profumi da trasformare in preziose idee per decorare e ingolosire. Parola d’ordine: fusion! Perché, immersi in tanti stimoli, il palato, e lo sguardo, esultano tra aromi opposti, con elementi agli antipodi, con gusti in contrasto che riescono però a combinarsi alla perfezione. Siamo tornati a trovare Letizia e Marina, fondatrici di Alpostotuo, per farci svelare la ricetta perfetta per catturare al meglio lo spirito agrodolce della bella stagione in arrivo.

Sapori in fiore

Una vera tavola di primavera è come un giardino in fiore. Petali e bouquet sono quindi un elemento irrinunciabile per il decoro. Il tocco da maestro consiste nell’abbinare i colori delle varianti scelte alle cromie delle pietanze preparate per l’occasione. Una fantasia di farfalline, che si posano sugli elementi disposti sulla tavola, assicura un tocco di poesia in più, perfettamente in tema, e un sicuro punto focale per guidare gli ospiti nella scelta.

sapori in fiore

Imperativo floreale

Lo abbiamo detto, lo ribadiamo: l’imperativo di Primavera è ovviamente floreale. Un tema ricorrente che deve caratterizzare la presentazione della tavola ad ogni livello. Tutto, a partire dalla sagoma delle tartine, alla disposizione delle fette di torta sul piatto, passando per le decorazioni sui biscotti, rimanda ad un piacere da cogliere e gustare fino in fondo. Meglio se su sfondo giallo, per un’atmosfera calda e solare, come quella di ogni primavera che si rispetti.

imperativo

Crostata d’autore

Setacciare la farina. Mettere il burro a tocchetti, lo zucchero, la vanillina e la buccia di limone. Aggiungere i tuorli e lavorare, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgere la pasta nella pellicola e farla riposare in frigo per circa 1 ora. Successivamente, dividere la frolla tenendone da parte circa 1/3 per realizzare l’intreccio. Stendere i 2/3 di pasta frolla dello spessore di 3 mm circa. Spalmare la marmellata in modo uniforme sulla pasta frolla. Con la pasta frolla rimasta formare le striscette.

crostata

Chioccia decò

Una gallinella in ceramica o porcellana è un elemento di sicuro successo su una tavola country-chic. E se non c‘è chioccia senza uova, perché non approfittarne per dare vita ad una originale, quanto divertente, presentazione di quello selezionato come il piatto forte? Basterà adagiare la ruspante decorazione al centro del piatto, circondata dalle uova farcite disposte tutto intorno, esattamente come fossero quei petali che sono il must della stagione.

chioccia

Dettagli eggy – style

Cuocere le uova in acqua bollente finché risultano ben sode. Lasciarle raffreddare e “sbucciarle” dal guscio. Tagliare le uova a metà. Con un cucchiaino, estrarre il tuorlo d’uovo sodo e metterlo in una terrina. Unire ai tuorli d’uovo sodo la maionese e il curry, e amalgamare bene fino ad ottenere una crema omogenea. Utilizzando una sac à poche, riempire gli albumi d’uovo sodo con la crema al curry. Servire in tavola tiepide come aperitivo.

dettagli egg
Testo: Alessandro Balia
Foto: Alpostotuo.net

Margot Zanni

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App