Bijoux all'americana

“La vanità è alla base di tutto, anche la coscienza non è altro che vanità interiore”, diceva Gustave Flaubert. Ma indossare gioielli non è solo una questione di vanità o orgoglio personale, quanto piuttosto di stile. Ed il giusto stile, si sa, è quello che non passa mai di moda… il vintage! Un linguaggio raffinato capace di riportare alla luce antichi fasti, sfoggio di eleganza e bellezza assoluta, arricchito ancora di più dalla rarità e l’autentica originalità di un prodotto introvabile. Orecchini, bracciali, collane e spille, tutto magicamente riscoperto in un viaggio che ha un unico obiettivo: la ricerca del gioiello perfetto. Un oggetto adatto a tutte le occasioni, capace di stupire e sorprendere ogni giorno per il fascino che riesce ad emanare. Un lungo viaggio che porta ad un’unica meta… un gioiello vintage americano!
 

Una storia…brillante!

Fin dai tempi antichi il gioiello è sempre stato un simbolo di bellezza e potere. Nella preistoria chi portava una collana con resti di animali feroci era considerata una persona valorosa, capace di combattere contro la forza della natura. Nel corso dei secoli poi il gioiello ha assunto sempre di più una molteplicità di valori e significati, anche come simbolo di amore eterno. Oro, argento e platino sono oggi i metalli preziosi più utilizzati, ma l’oggetto del desiderio rimane ancora il diamante.

orecchini

Passione vintage!

Chi ama distinguersi dalla massa con accessori unici e originali non può fare a meno di indossare una collana o un paio di orecchini vintage. “Un’apoteosi di gioia, quella che mi porta alla scoperta del gioiello vintage”. Così Laura Botti, ricercatrice di “tesori sepolti” in giro per il mondo, spiega la soddisfazione del ritrovare monili fuori produzione da tanti anni e spesso molto rari. “Mi lascio trascinare dal lato estetico dell’oggetto, dal suo potere evocativo e dalla sua capacità di suscitare emozioni”. Un viaggio emotivo alla ricerca della pura bellezza.

ciondolo

Avon

E’ conosciuta nel mondo come una delle aziende di profumeria più importanti. Ma pochi sanno che Avon, fondata in California da D.H. McConnell nel 1886, è stata resa famosa dalla produzione dei gioielli. Alcune meraviglie di Avon sono assolutamente uniche e irripetibili: portano al loro interno l’incisione del nome dello stilista. Non la solita dichiarazione d’amore che si incide nelle fedi, ma di sicuro un’affermazione d’amore per la moda, capace di rendere autentici accessori di pura bellezza.

avon

Sarah Coventry

Una storica azienda americana fondata nel 1950, con sede di produzione a Rhode Island, e rimasta in attività fino al 1984. I gioielli di Sarah Coventry si sono sempre distinti per classe ed eleganza assoluta. Il brand divenne molto popolare grazie ad una trasmissione televisiva di metà anni ‘50, “Queen for a day” che regalava alla vincitrice della puntata proprio una collana di questa azienda. Uno stile che oramai riposa in oggetti ideali per sentirsi una vera regina.

sarah

Lisner

Di sicuro è uno dei marchi più ricercati dai collezionisti. Un prestigio dato dalla breve attività dell’azienda, che si è concentrata soprattutto tra gli anni ’50 e ’60, e dalla raffinatezza assoluta dei prodotti. Resteranno alla storia le magnifiche parure di collane e orecchini ispirati a motivi naturali, come fiori o foglie. Un brand che ha dettato i canoni dello stile e della moda firmati D. Lisner&Co.

Lisner

Coro

Chi possiede una cultura del gioiello non può fare a meno di avere un oggetto firmato Coro. L’impresa newyorkese, in attività dal 1900 fino al 1979, è stato uno dei top brand della moda nel mondo. Emanuel Cohn e Carl Rosenberger hanno dato vita ad uno stile inconfondibile con l’aiuto di grandi nomi del design come Gene Verri e Adolph Katz. Un cult di tendenza dell’epoca divenuto ormai storia.

coro

Monet

Monet non è solo il cognome di un noto pittore impressionista, è piuttosto una prestigiosissima firma del gioiello. L’azienda si è sempre distinta non solo per uno stile elegante e di classe, ma per una ricerca tecnologica che affonda le radici nel 1927. I primi orecchini con chiusura a clip portano infatti la firma indiscussa di Monet. Una piccola rivoluzione in grande stile.

monet


 

Testo: Viola Bottoni
Foto: Pinterest

Margot Zanni

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App