Macarons

Macarons

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Macarons:scopri di più su Dalani

Deliziosi, chic e raffinati. I macarons sono un regalo perfetto per le amiche e conquistano il palato con la loro dolcezza e morbidezza. Scopri il segreto di tanta bontà su Dalani.

Storia dei Macarons

macaronsPiccoli, morbidi, dolcissimi: nessuno può resistere al fascino dei macarons. La loro semplicità e raffinatezza ha conquistato il cuore e il palato degli italiani. Le origini di questi colorati pasticcini sono dibattute, con Francia e Italia che si contendono la paternità. L’enciclopedia Larrousse Gastronomique, “bibbia” della cucina francese, fa risalire la loro nascita al 1791 in un convento nei pressi del piccolo borgo di Cormery. Altri invece attribuiscono l’invenzione del dolce a un pasticciere italiano, poi esportata oltralpe da Caterina de’Medici, sposa di Enrico II di Francia nel 1533. La forma e il gusto che assaporiamo oggi, con i due dischi di meringa alla mandorla riempiti con la crema, è creazione della pasticceria parigina Laduréè, che si specializzò nella produzione di macaron tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento.

Caratteristiche dei Macarons

I macarons sono frutto di un’intuizione tipicamente femminile, sono il classico pasticcino da sala da thè con una spruzzata di colore e simpatia che conquista al primo sguardo e al primo boccone. Il loro fascino diverte i bambini e seduce gli uomini, prendendoli per la “gola”. I macarons sono icone che hanno avuto impatto anche sul mondo dell’arte, della moda e del cinema, richiamano la magica e frizzante atmosfera di fine Ottocento regalandovi un sogno. Il macaron è un dolce a base di meringhe, ottenuto da una miscela di albume d’uovo, un pizzico di sale, farina di mandorle e zucchero a velo. Il pasticcino è composto da due pezzi a cupola, farciti con la crema. Per quanto riguarda il ripieno ci si può sbizzarrire: dal cioccolato fuso alla panna, dalla vaniglia alla crema di menta.

Ricetta dei Macarons

macaronsPreparare i macarons è un’attività divertente che potete svolgere a casa, coinvolgendo anche i vostri bambini. La ricetta è molto semplice e veloce, il risultato è irresistibile. Prendete ispirazione dalle ricette proposte dal blog Fancy Factory che vi insegna il segreto per creare dei macarons perfetti, al gusto menta, pistacchio e cioccolato e amarena.

Ecco la ricetta per i macarons alla menta:

Utensili necessari: Pentolino, termometro da zucchero, spatola, sbattitore o planetaria, setaccio, ciotola, coltello e teglie, carta da forno e teglie.
Consigli utili: Esistono in commercio dei brick di soli albumi d’uovo, per cui se non avete intenzione di usare i tuorli vi suggerisco di acquistare il brick (di solito si trova vicino alle uova sullo scaffale oppure nei banchi frigo del supermercato).

Ingredienti: per la pasta di mandorle procuratevi 150 gr di farina di mandorle, 150 gr di zucchero a velo, 2 albumi d’uovo. Per la meringa due albumi d’uovo, 35 gr di zucchero. 40 gr di acqua e 120 gr di zucchero per lo sciroppo. Per la ganache, il ripieno, sono necessari 70 gr di panna fresca, 200 gr di cioccolato bianco, 30 gr di sciroppo di menta e 30 foglie di menta fresca.

Per prima cosa tagliate molto finemente il cioccolato bianco con l’aiuto di un coltello seghettato e passate poi il tutto in un frullatore insieme a 15 foglie di menta fresche.
In un pentolino versate la panna, le restanti 15 foglie di menta sminuzzate e lo sciroppo di menta , quindi fate bollire.Colate il composto panna-menta sul cioccolato sminuzzato e attendete 1 minuto (in modo che il cioccolato si ammorbidisca), quindi mescolate bene il tutto con una frusta o una spatola. Quando il cioccolato si sarà completamente sciolto lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi ponete in frigo coperto da pellicola.

Il passo successivo è setacciare la farina di mandorle e successivamente pesare tutti gli ingredienti.
In una grande ciotola unite la farina di mandorle con lo zucchero a velo e 50gr di albumi; mescolate bene con una spatola fino ad ottenere un’impasto morbido e appiccicoso.In un pentolino portate l’acqua e lo zucchero a bollore (tenendo d’occhio il termometro, che dovrà raggiungere i 120°C).

Mentre lo sciroppo è sul fuoco, ponete gli altri albumi (55gr) nella planetaria.

A velocità bassa iniziate a montare gli albumi e gradualmente aggiungetelo zucchero semolato.

Quando gli albumi avranno formato una schiuma bianca in superficie, e lo sciroppo avrà raggiunto i 120°C dovrete iniziare a pastorizzare gli albumi. Questa operazione è abbastanza delicata, va prima di tutto portata la planetaria a velocità massima e molto lentamente va fatto colare lo sciroppo lungo il bordo della ciotola. Continuare a massima velocità per 7-10 minuti.
Versate quindi 1/3 di meringa nell’impasto di mandorle, aggiungete il colorante alimentare e impastate energicamente (questa fase servirà ad alleggerire il composto per cui non serviranno movimenti dal basso verso l’alto ma una mescolata uniforme per far incorporare la meringa alla pasta di mandorle e far distribuire uniformemente il colorante).

Aggiungete i restanti 2/3 di meringa e, con movimenti delicati dal basso verso l’alto amalgamate il tutto. Per sapere quando smettere di mescolare (questa fase viene chiamata Macaronage) basterà fare il test del piatto: porre un cucchiaio di impasto su un piatto, se l’impasto prenderà le sembianze di un disco liscio nel giro di 5-8 secondi, vuol dire che è pronto per essere messo sulla teglia. Con l’aiuto di una sacca poche con bocchetta tonda liscia, formiamo dei cerchi del diametro di 3-4 cm. Sbattete la teglia sul piano di lavoro più volte e con l’aiuto di uno stuzzicadenti eliminiamo le eventuali bolle d’aria che vengono in superficie.

Lasciate le teglie a riposare finché, toccando i dischi con un dito, l’impasto non si attaccherà ad esso (ci vorrà dai 30 ai 60 min. circa, dipende dall’umidità presente nell’aria).
Infornate a forno statico preriscaldato a 150°C per 12-15 minuti (porre la teglia nel ripiano più basso del forno, questo farà in modo che il macaron si cuocia bene sotto, cresca verso l’alto e non si indurisca al centro). Una volta estratta la teglia dal forno, far raffreddare completamente prima di staccare i gusci dalla carta forno.
Successivamente accoppiate i gusci dal diametro identico farcendoli con la ganache alla menta e, se volete, con una fogliolina di menta. (Crediti fotografici: Alessandro Zaccaro).

Offerte in arrivo