Linguaggio dei fiori

Linguaggio dei fiori

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Linguaggio dei fiori:scopri di più su Dalani

Rose rosse, eleganti orchidee, candide margherite, romantiche violette, luminosi girasoli. Perché amare i fiori e apprezzarli sopra ogni cosa? Perché grazie a loro si possono esprimere sentimenti ed emozioni, magari inconfessabili, senza dover parlare. Dalani vi accompagna alla scoperta della loro simbologia e del silenzioso linguaggio dei fiori. Lasciatevi ispirare!

Rose, ortensie e peonie: piccola guida al linguaggio dei fiori

Regalare un fiore è da sempre considerato un gesto d’amore verso la persona che lo riceve. Se pensate a tutti i momenti più belli, importanti e felici della vostra vita non potrete fare a meno di pensare ai fiori. Vengono infatti regalati per nascite, battesimi, matrimoni, compleanni e anniversari: si tratta di qualcosa che non passa mai di moda e che porta sempre il sorriso. Ogni persona dall’animo romantico sa che i fiori, con il loro boccioli profumati, hanno anche un loro linguaggio simbolico, in grado di aiutarci ad esprimere qualsiasi sentimento, dall’amicizia alla gelosia, dalla passione alla tenerezza. Conoscere il linguaggio dei fiori è fondamentale nel caso in cui non si vogliano fare brutte figure regalando qualcosa di inappropriato. Ecco allora la piccola guida di Dalani al linguaggio dei fiori:

  • azalea: “buon auspicio”. Simbolo nella tradizione orientale di femminilità e temperanza, questo fiore può avere anche il significato di augurio e fortuna. Da regalare a una persona cara che deve affrontare una prova importante come un colloquio o un appuntamento di affari;
  • biancospino: “speranza e prudenza”. Gli antichi Romani pensavano che questa pianta dai fiori bianchi, delicati e profumati avesse il potere di tenere lontani gli spiriti maligni e ne utilizzavano quindi i rami fioriti per adornare le culle dei bimbi appena nati. Oggi si può regalare a qualcuno che è in attesa di una risposta positiva, con l’augurio che sia quella desiderata;

linguaggio dei fiori vasetto

  • giglio: “castità e purezza” o “fierezza”. Originario dei Balcani e dell’Asia occidentale, il giglio è stato portato nel bacino del Mediterraneo dai Fenici. Il giglio infatti è stato il primo fiore ad essere usato per scopi commerciali e compare nella simbologia di diverse civiltà del passato. Il suo significato più antico, che dura ancora oggi, è quello di grande purezza ma può anche esprimere la nobiltà d’animo. E’ il fiore ideale da regalare a una donna decisa e di gran classe, un po’ come a dirle “sei la mia regina”.
  • margherita: “semplicità, innocenza, freschezza, amore fedele”. Nel linguaggio dei fiori la margherita assume diversi significati, tutti positivi e legati al concetto di verità. Tra i più frequenti ci sono ad esempio la spontaneità, la bontà, la purezza e un amore tranquillo e costante;

linguaggio dei fiori orchidea

  • orchidea: “eleganza e sensualità”. Pianta rara in natura, delicata ed esotica, l’orchidea è la pianta giusta da donare a una donna bellissima ed affascinante, una dedica importante per la persona che vi ha stregato il cuore;
  • primula: “giovinezza e primavera”. Fiore tipico delle zone montane che annuncia la rinascita della natura con la bella stagione, nel linguaggio dei fiori la primula è simbolo di gioventù, spensieratezza e primo amore.

linguaggio dei fiori rose

  • rosa: “amore, ammirazione, bellezza” Da secoli il fiore da regalare per eccellenza, la rosa meriterebbe un dizionario a parte. Il suo significato varia infatti a seconda dei colori e del numero che compone il bouquet. In generale comunque la rosa simboleggia un segreto ben custodito, un piccolo scrigno delicato formato da teneri petali. E, naturalmente, le rose rosse, nel linguaggio dei fiori, sono simbolo di passione;
  • tulipano: “promessa d’amore”. Pochi lo sanno ma, nel linguaggio dei fiori, un’altra pianta che rappresenta il vero amore è il tulipano, perfetto da donare alla persona che ci fa battere forte il cuore. Giallo, arancio, rosa o rosso… qualsiasi colore è perfetto per dichiarare i propri sentimenti con questo fiore che colora i campi dei Paesi Bassi.

Che aspettate? Lasciatevi incantare dal silenzioso linguaggio dei fiori e scoprite quali siano quelli più adatti ad ogni occasione!

Il linguaggio dei fiori a seconda del colore

linguaggio dei fiori bouquet

Quando si desidera regalare un fiore lo si vuole sempre caricare di senso proprio perché viene regalato in occasione di un evento specifico. Sono tantissime le specie fiorite esprimono un concetto di purezza assoluta, conoscere il linguaggio dei fiori vi permetterà di seguire al meglio il galateo, in ogni occasione. Ormai in tanti sanno che ogni colore ha un significato specifico, ma non sempre si sa esattamente quale. Ecco allora i consigli di Dalani per scegliere sempre i fiori giusti, a seconda delle nuance dei loro teneri petali:

  • bianco: sinonimo di purezza, candore e verginità. I bouquet di fiori bianchi vengono utilizzati in occasione di battesimi e prime comunioni;
  • rosso: simboleggia amore e passione. I fiori di questo coloro vengono, infatti, regalati alla persona che si ama e che si desidera avere accanto per la vita. Ad esempio un “ti amo” espresso con una rosa rossa regalata alla persona che vi fa battere forte il cuore può valere più di mille parole;
  • arancione: ricordate l’espressione “fiori d’arancio”? Sono proprio i fiori in questa tonalità che vengono regalati in occasione di un matrimonio, perché simboleggiano abbondanza e fecondità;
  • giallo: i fiori di colore giallo sono simbolo di gelosia e possesso nei confronti della persona alla quale vengono donati.

Conoscere il linguaggio dei fiori consente dunque di esprimere o dichiarare uno stato d’animo e un’emozione particolare, sia in positivo che in negativo. E vi può essere utile per quei momenti in cui non trovate le parole giuste per esprimere tutta la forza nei vostri sentimenti.

Il linguaggio dei fiori nei sogni

linguaggio dei fiori ghirlanda

Quando si parla di fiori si può parlare di linguaggio del corpo ma anche dei sogni. Sognare fiori indica determinati stati d’animo che caratterizzano quel momento e periodo della propria vita. Anche in questo caso occorre conoscere il linguaggio dei fiori, per poter interpretare correttamente il sogno:

  • se si sognano fiori appassiti o recisi significa che il proprio stato d’animo è tormentato da cattivi pensieri o preoccupazioni;
  • sognare fiori in generale indica la sensualità e il corpo della donna;
  • le rose che sbocciano simboleggiano un cambiamento e voglia di novità e avvenimenti positivi;
  • secondo il linguaggio dei fiori, sognare di coltivare piante e boccioli indica il desiderio di prendersi cura di se stessi;
  • un fiore reciso simboleggia una sofferenza personale o una delusione profonda. Quelli con le spine, invece, sono il simbolo di una personalità ostile e aggressiva.

Fatevi conquistare dal linguaggio dei fiori, un codice misterioso e affascinante che appassiona ancora oggi. Lasciatevi ispirare dalla piccola guida al linguaggio dei fiori di Dalani!

La storia del linguaggio dei fiori

linguaggio dei fiori fiori stabilizzati

Le leggende che hanno per protagonisti i fiori risalgono all’antichità e nello specifico al Medioevo e al Rinascimento. Questo perché fu proprio in quest’epoca che si iniziò a conferire un significato morale alle singole piante. Ma fu nell’Ottocento, in particolare nell’Inghilterra Vittoriana, che lo studio dei linguaggio dei fiori viene particolarmente sviluppato tanto che, in quel periodo, si diffuse un’editoria specializzata in particolare nella stampa dei flower books che venivano poi illustrati tramite l’utilizzo  di incisioni. Gli allestimenti floreali, e di conseguenza il linguaggio dei fiori, venivano utilizzati per esprimere sentimenti e sensazioni che non sempre potevano essere pronunciati ad alta voce e per trasmettere messaggi segreti al proprio innamorato.

Offerte in arrivo