Design

Design

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Design:scopri di più su Dalani

Piu’ che un semplice oggetto, un accessorio di design è un vero e proprio pezzo di eccezione che permette di esprimere il proprio stile personale. Il design è tra i criteri che maggiormente influenzano le nostre scelte nella vita di tutti i giorni, senza che ce ne si renda conto. Nell’acquistare mobili, accessori, macchine e perfino cibo, prestiamo attenzione al design di oggetti e packaging, e questi influenzano la nostra decisione d'acquisto e il loro uso. Il design influenza il nostro stile di vita e il modo in cui viviamo, non solo per quanto riguarda il “buon” design, ma anche per quanto riguarda l’aspetto funzionale di un determinato oggetto.

Ma cos’è quindi il design?

Il design non è semplicemente sinonimo di stile, arte o pittura, ma un concetto ben più complesso. Questo termine di origine inglese si riferisce ad un’attività artistica, di creazione, che si iscrive la maggiorparte del tempo in un progetto industriale.

Il design è propriamente un’attività pluridisciplinale che combina al contempo arte, scienza e tecnica. Il designer crea oggetti originali e dall’elevato valore estetico che rappresentano l’età contemporanea e ricoprono al meglio la loro primaria funzione e attività. Una sedia di design deve naturalmente permettere di sedersi in maniera corretta. Questi oggetti di design rientrano poi in un processo di commercializzazione di scala più o meno elevata, salvo alcuni oggetti realizzati da grandi designer in edizione limitata per alcuni privilegiati. Questi oggetti sono paragonabili a vere e proprie opere d’arte.

Dal design alla vita di tutti i giorni

Tutti i tipi di oggetti sono suscettibili a passare tra le mani di designer: moda, mobili, utensili da cucina, apparecchi elettronici, macchine…la lista è senza fine! Nel linguaggio corrente, il termine design tende a perdere il proprio significato originale per raggruppare in maniera più ampia tutti gli oggetti accessori dall’aspetto estetico elegante e originale.

Importanza del design per il consumatore

Oggigiorno non basta avere un oggetto o accessorio che sia solamente funzionale. A partire dagli anni 50, il design e il valore estetico di un oggetto sono diventati criteri molto importanti per il consumatore.

Nell’acquistare un mobile per il soggiorno, per esempio un mobile TV, vorrete certamente un accessorio funzionale e pratico. Ma ciò che cercherete prima di tutto sarà un mobile elegante e originale che possa dare un tocco estetico al vostro soggiorno. Nell’acquistare un prodotto di design, mostrerete agli altri di avere gusto e personalità, oltre ad apprezzare la qualità.

E’ per questo che si è spesso pronti a dispensare una somma importante per i prodotti di design, che si tratti di borse, mobili, macchine, macchine da caffè etc. Questa è la ragione per cui alcuni prodotti sono diventati dei veri e propri classici, come la borsa Birkin di Hermès, le borse Longchamp, la sedia Barcelona di Ludwig van der Rohe e molti altri ancora!

Design nella vostra casa

Prima della rivoluzione industriale, tutti gli oggetti da noi posseduti erano pezzi unici, mentra la società di oggi è caratterizzata da un consumo di massa con una produzione in serie di tutti i tipi di beni ed oggetti. Possedere oggetti unici ed esclusivi diventa dunque oggi piuttosto caro.

La produzione in serie fa sì che un determinato prodotto possa venir trovato nel soggiorno di molte persone, e quindi quando il prodotto in questione presenta un design unico ed originale, creato da un designer conosciuto, i prezzi crescono esponenzialmente. Fortunatamente, oggi è possibile trovare mobili di design a prezzi soddisfacenti su internet.

Ad ogni epoca i suoi classici!

Dal 1900 al 1949, la tecnologia progredisce a pari passo con la produzione industriale dei mobili. Durante questo periodo nascono i grandi nomi del design, vere e proprie icone: Le Corbusier, Ludwig van der Rohe, Alvar Aalto, Frank Lloyd Wright, Gerrit T. Rietveld and Walter Gropius (fondatore del Bauhaus).

Gli anni ’50 sono caratterizzati dalla ricostruzione dei gloriosi anni Trenta. Tra i mobili di design caratteristici di quest’epoca troviamo la Egg Chair di Arne Jacobsen, designer danese.

Gli anni ’60 rimano col pop e questo si percepisce nel design dei mobili di quest’epoca: colori brillanti, forme e materiali innovativi come la plastica dominano il design degli anni 60. La sedia Pantone in plastica di Vitra Verner o ancora la lampada a lava di Edward Walker sono due esempi perfetti di design!

Gli anni ’70 presentano colori brillanti, con oggetti chiave per il design come il divano Togo del marchio Ligne Roset firmato Michel Ducaroy.

Gli anni ’80 sono sinonimo di design minimalista con un utilizzo della pelle nera e del vetro per mobili e sedute. La percezione che si ha di design e designer cambia al contempo. Il designer star di questo periodo resta senza dubbio il francese Philippe Starck, con le sue famose sedie.

Negli anni ’90, sono i materiali naturali e un design puro e semplice a dominare. Il mondo si trasforma con l’arrivo di computer negli appartamenti. Il marchio E15 si distingui particolarmente in questo periodo con i suoi mobili in legno come il tavolo da pranzo Bigfoot.

Possiamo rimanere certi che anche nel XXIesimo secolo ci saranno artisti che lasceranno anch’essi la loro impronta nel mondo del design!

Fuorisalone

Milano non è solo la capitale della moda, ma anche del design. Se due volte all’anno Milano si illumina sotto i riflettori dei numerosi eventi della fashion week, non da meno è la settimana del design, chiamata comunemente Fuorisalone, che ha luogo ogni aprile per le vie di Milano. La settimana del design è nata nei primi anni ottanta e si svolge in contemporanea con il Salone del Mobile. Con gli anni è cresciuta sempre più d’importanza, diventando un evento glamour immancabile. All’interno della design week sono presenti numerosi eventi e si possono prendere contatti con designer emergenti, ma anche con grandi aziende. I numerosi eventi si svolgono nelle zone centrali di Milano, ma sicuramente i punti nevralgici della manifestazione del design sono la zona di Brera, la Fabbrica del Vapore e la Triennale di Milano.

Offerte in arrivo