Cucina zen

Cucina zen

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Cucina zen:scopri di più su Dalani

La cucina zen è l'ideale per chi ama riproporre nel proprio ambiente domestico quell’infinita sensazione di benessere spirituale che da sempre contraddistingue la cultura orientale. Lasciatevi ispirare da Dalani!

Cucina zen: allure rilassante

Energie opposte il cui flusso perpetuo plasma l’ordine umano e naturale; due concetti intangibili la cui essenza è racchiusa nell’affascinante teoria dello yin e yang. Da sempre elementi portanti del Tao Orientale, le forze opposte che per vocazione tendono all’equilibrio si riflettono anche nelle estetiche e nel gusto proveniente dai paesi asiatici. Le antiche tradizioni cinesi e giapponesi infatti, raccontano millenni di equilibrata convivenza degli opposti naturali, che con il passare del tempo si è estesa in ogni ambito, incluso l’arredamento.
Ecco perché in una casa sensibile alle estetiche orientali non può certamente mancare quell’infinita sensazione di benessere spirituale che da sempre contraddistingue la cultura d’oltroceano. Dettagli sfarzosi e mobili dei colori della terra sono quindi dei preziosi alleati insieme all’immancabile cucina zen, che regala alla casa un’allure a metà tra sogno e realtà. Nella cucina zen la natura ha un ruolo fondamentale, come insegna la dottrina del feng shui, e giocare con gli spazi e con gli elementi naturali è la prima regola per riproporre nel proprio ambiente domestico un’atmosfera in perfetto equilibrio tra elementi green e architettura.

Cucina zen: ispirazioni nipponiche

Le ispirazioni nipponiche regalano alle abitazioni un tocco di originale esoticità grazie al contrasto di gradazioni e di sfumature: nuance come il rosso, il giallo, il bianco e nero sono quindi dei preziosi alleati per riverberare nel proprio ambiente l’antica opposizione che caratterizza ying e yang. La cucina zen si distingue per l’utilizzo di materiali naturali come il legno e la carta, che regalano alla pareti una sensazione di freschezza e leggerezza. Per trasmettere all’ambiente una sensazione accogliente è necessario giocare con le luci, che posizionate con cura e sensibilità nei contesti tingono l’ambiente energia positiva. Nella cucina zen sono le linee e i colori a creare l’armonia eliminando tutti gli elementi artificiali e superflui. Giocare con gli spazi è la prima regola, e suddividere le aree con separé in carta shoij è un ‘ottima soluzione per trasmettere una visione d’insieme armonica e caratterizzare l’ambiente con accenti di originalità. Il leitmotiv green deve essere presente in ogni angolo, dalla scelta dei materiali ai mobili che delineano la struttura di un contesto in cui un ruolo essenziale è affidato all’iilluminazione. Grandi vetrate e punti luce che lasciano filtrare i raggi del sole sono essenziali per ricreare un angolo in perfetto equilibrio tra natura e architettura, ma in mancanza di fonti di illuminazione naturale è possibile ricorrere all’aiuto di lanterne e lampade sferiche da collocare a terra o da appendere alle pareti.

Cucina zen: ritornello green

Legno di ciliegio, teak e bambù sono i materiali da preferire per quanto riguarda gli arredi, rigorosamente impreziositi da tessuti e texture dalle nuance neutre. Nella perfetta cucina zen non possono certamente mancare i tipici pavimenti in stile giapponese, tavoli bassi e strutture dall’essenza legnosa, che insieme a tendaggi in lino e tappeti in cocco renderanno l’ambiente luminoso, calmo ed equilibrato.
Il verde è senz’altro uno dei colori protagonisti nella cucina zen, presente nei decori floreali ma anche nei complementi d’arredo che contribuiscono a definire il carattere della stanza. Le sfumature di giada abbinate alle calde nuance dei mobili in legno sono un tocco di eleganza esemplare che renderà il contesto unico. La cucina zen sposa il green in tutto e per tutto: dalla scelta degli arredi principali fino ad arrivare ai particolari, il motivo nature si riverbera nell’ambiente come un ritornello soave.

 

 

 

 

 

Offerte in arrivo