Cucina in wengè

Cucina in wengè

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Cucina in wengè:scopri di più su Dalani

Se volete portare in casa la magia delle latitudini equatoriali, dei tramonti subsahariani e delle vaste distese assolate dell’Africa centrale, non potete che arricchire la vostra dimora di una cucina in wengé, elegante legname esotico che riscuote ai nostri giorni un successo sempre crescente nel panorama internazionale dell’interior design. Scopritene di più con Dalani!

Cucina in wengè: il richiamo dell’Africa

Come resistere al fascino del Continente Nero, con i suoi colori caldi, le sue atmosfere inconfondibili, la sua natura selvaggia e i suoi panorami indimenticabili? Con una cucina in wengè potrete riprodurre le stesse sensazioni uniche nella vostra casa, per dare vita ad una vera e propria oasi di benessere. In un mondo frenetico, in cui la stressante routine metropolitana ci fa spesso perdere il contatto con la natura, la cucina in wengè ci riporta a una dimensione più umana dell’esistenza, al contatto con la terra, il sole, alberi secolari che hanno alle spalle una storia antichissima e svettano nell’azzurro del cielo con orgoglio dignitoso.

Il wengè è una speciale qualità di legno scuro proveniente dall’Africa centrale, soprattutto dal Camerun e dalla Guinea Equatoriale, caratterizzato da una base molto scura, tendente al nero, con striature marrone chiaro. Originariamente utilizzato per costruire solide case sull’albero e bellissimi strumenti musicali, il wengè gode ai nostri giorni di un enorme successo nell’arredamento di interni design di grande eleganza. Una cucina in wengè si contraddistingue per la presenza di mobili dalla linea semplice e squadrata, di gusto minimalistico. Simili complementi d’arredo sono concepiti per spazi piuttosto ampi: il legno scuro in un ambiente di metratura limitata rischierebbe infatti di trasmettere una spiacevole sensazione di angustia. La cucina in wengè, poi, è tutta giocata sul seducente contrasto tra il colore dei mobili con finiture in acciaio inox, che dà vita ad un impeccabile connubio di naturalezza e sofisticatezza design.

cucina in wengè

Cucina in wengè: i rivestimenti

Prima di procedere alla scelta dei complementi d’arredo, bisognerà occuparsi dei rivestimenti.

  • Iniziamo dalla pavimentazione: la soluzione ideale per creare un insieme perfettamente armonico sarà un parquet in wengè. A tal proposito, è opportuno sfatare un mito, quello cioè secondo il quale un pavimento in legno non è adatto per un bagno o una cucina. Spesso, infatti, si è assillati dalla paura che la caduta di liquidi caldi, l’umidità e la caduta di oggetti appuntiti possano rovinarlo. Quello che però molti non sanno è che esistono parquet e parquet. Ce ne sono alcuni, come quelli in teak e in wengè, che sono particolarmente indicati per bagni e cucine per le loro caratteristiche di durezza, resistenza e impermeabilità. Senza contare che il legno viene sottoposto a smaltature e particolari trattamenti che ne potenziano le caratteristiche naturali, al punto che alcuni modelli sono adatti persino per gli esterni. Pensate poi ad una cucina in wengè ricavata in un angolo di un elegante soggiorno con parquet: rivestire la zona cottura con pavimento in marmo o in cotto significherebbe creare uno stridente contrasto con il resto dell’ambiente.
  • Passiamo poi al rivestimento murario. Nella cucina in wengè si sconsiglia di piastrellare la parete del piano cottura, operazione che rischierebbe di banalizzare l’insieme. Come già sottolineato, infatti, i complementi d’arredo della cucina in wengè hanno una vocazione minimalistica: per questa ragione si sposano meglio con muri bianchi o, al limite, crema o avorio. Una soluzione alternativa di grande impatto visivo potrebbe essere un piano cottura in ardesia, con rivestimento murario nello stesso materiale: la tonalità nerastra dell’ardesia formerà con il colore caldo del wengè un tutto armonico e affascinante. Se volete infine rendere la stanza ancora più accogliente, potreste infine verniciare di color marsala una parete libera da mobili.

cucina in wengè

 

Cucina in wengè: stile fusion

La cucina in wengè si configura come il punto d’incontro tra una concezione del design minimal ed essenziale e svariate tendenze dal sapore etnico. Anche se il legno in cui è realizzata proviene dal continente africano, non sarà infatti sbagliato fare della cucina in wengè un mix di culture geograficamente anche molto distanti fra loro, un’affascinante mescolanza di stili, per una casa davvero cosmopolita. In un ambiente simile troveranno posto sottopiatti in rattan o in bambù, ciotole e tazze giapponesi in porcellana bianca e blu. Come decorazione per il tavolo della cucina in wengè potrete adoperare anche un vaso in legno di sheesham con lunghi rami secchi: ne risulterà un effetto di grande impatto scenografico.

Offerte in arrivo