Cannella

Cannella

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Cannella:scopri di più su Dalani

Dalle candele, alle tisane. Dallo strudel di mele alla glassa del cosciotto di maiale. I mille e più impieghi della cannella nelle nostre cucine. Fatevi ispirare da Dalani e sorprendete i vostri ospiti con una cena da veri chef!

La cannella: virtù e delizie

Se vi chiedessimo di associare un profumo all’inverno cosa rispondereste? Vi diamo un aiutino, chiudete gli occhi ed immaginate davanti a voi un paesaggio innevato, la neve soffice che cade lenta e nelle vostre mani una tazza fumante di vin brulè che vi riscalda. Ora inspirate a fondo ed eccoli lì. Li avete riconosciuti? Lo zenzero e la cannella che “insaporiscono” speziandola questa calda bevanda a base di vino rosso tipica delle festività natalizie. La cannella in particolar modo, la si ritrova non solo in bevande ma anche in tantissimi dolci tipici di questa stagione. Nasce in Sri Lanka e viene estratta dalla corteccia interna dell’omonimo albero (Cinnamomo), diventando così una spezia comune che si trova nelle dispense delle cucine di tutto il mondo sotto forma di bastoncino oppure in polvere. La “Cinnamomum Verum” (nome ufficiale della cannella) strega chiunque grazie a quel suo inconfondibile aroma pepato e pungente, ma allo stesso tempo così gradevole. Non c’è da stupirsi che il suo estratto venga ampliamente utilizzato anche nella produzione di candele profumate che riempiono con la sua fragranza calda e speziata il nostro salotto o la camera da letto. Oltre ad essere ampliamente utilizzata in cucina, la cannella è apprezzata da molti anche per le sue proprietà curative. Scoprite con questa piccola guida Dalani le sue mille virtù!

I benefici della cannella

Grazie al suo profumo così familiare e caldo, l’olio essenziale di cannella viene utilizzato nella aromaterapia per stimolare la creatività e l’ispirazione. I suoi benefici sono riconosciuti anche come buon alleato contro stati d’animo di paura, solitudine e depressione. Per rilassarvi dopo una lunga giornata di lavoro o per riscaldarvi nelle fredde serate di inverno, versate alcune gocce di olio di cannella nella vasca da bagno, oppure diluitelo con dell’olio di mandorle per una massaggio rigenerante che concilierà sonni tranquilli. Questa spezia così poliedrica viene utilizzata inoltre per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e per alleviare i disturbi dell’ipertensione. Così come lo zenzero, anche la cannella favorisce e stimola il sistema immunitario ed ecco che infatti la ritroviamo in tanti gusti nelle bustine di the, abbinata alla vaniglia, allo zenzero, alla mela ed ai fiori di garofano. Se ormai è tardi e non ce la fate più a correre al supermercato per acquistarne, preparate voi stessi una tisana “fai-da-te”, vi basterà avere in casa della cannella in pezzetti e un po’ di miele. Mettete a riscaldare dell’acqua e prima che raggiunga il bollore, versatela nella vostra tazza preferita, lasciate in infusione un bastoncino di cannella per qualche minuto ed addolcite a piacere con del miele di acacia. Un vero toccasana per combattere con gusto i piccoli malanni di stagione.

La cannella in cucina

CannellaProtagonista di numerose ricette, la cannella viene utilizzata soprattutto per la preparazione di dolci festivi, con quel suo aroma pungente, ma allo stesso tempo gradevole che si sposa davvero bene per esempio con la mela. Il primo pensiero corre allora ad una deliziosa fettina di strudel, in un tripudio di aromi e di ingredienti, dove uva passa, pinoli, noci e mele si incontrano in un vortice di cannella e zucchero, per amalgamarsi in modo estasiante durante la cottura in forno. Ma la cannella, proprio per quel suo essere “protagonista” riesce ad insinuarsi con eleganza e bon-ton anche in primi e secondi piatti, aggiungendo una nota speziata e gradevole. Nella ricetta del “cosciotto di maiale glassato” essa viene utilizzata, insieme a miele, paprika dolce e succo d’arancia, per creare la dolce glassa che, in contrasto con il gusto salato della carne ne andrà ad esaltare grandemente il sapore. Dopo aver fatto cuocere ed insaporire il cosciotto in un ricco brodo di verdure, lasciatelo raffreddare e successivamente spennellatelo con la glassa. Dovrà cuocere in forno per circa 25 minuti. Nell’attesa, versatevi un buon calice di rosso corposo e rilassatevi sul divano, assaporando la soddisfazione dell’aver egregiamente preparato il vostro primo cosciotto glassato.

 

Offerte in arrivo