Arredamento giapponese

Arredamento giapponese

Condividi

PARLANO DI NOI
Vuoi saperne di più? Leggi i nostri consigli

Arredamento giapponese:scopri di più su Dalani

Tutti conosciamo il sushi, al momento molto di moda, e alcuni conoscono anche la cerimonia del tè. Ma scegliere un arredamento giapponese per la propria casa è un desiderio nascosto per molti. L’arredamento giapponese trasmette un certo tipo di sensazioni e regala un’atmosfera speciale a tutta la casa. Registratevi gratuitamente: ogni giorno online tantissime proposte di mobili e accessori per arredare la vostra casa con stile. Lasciatevi ispirare da Dalani!

Arredamento giapponese: di cosa si tratta?

Il fascino del Giappone, di un paese lontano, in cui innovazione tecnologica e costante richiamo alla natura, con i suoi colori e profumi, vanno di pari passo non smette mai di catturarci e affascinarci ogni giorno. Per essere sicuri di portare nella propria casa il tradizionale arredamento giapponese, non vi basterà aggiungere un gatto della fortuna in ogni stanza, così come un set da katana o degli ideogrammi su carta di riso appesi alle pareti. La disposizione dei locali e dei mobili e accessori nell’arredamento giapponese, è tutta improntata ad un’ideale di leggerezza e compattezza assoluta. Per essere sicuri di immergervi completamente nella cultura giapponese, dovrete approfondire maggiormente gli aspetti culturali: come ad esempio la filosofia che vi sta dietro.

Un’ influenza importante nell’arredamento giapponese: il feng shui

Il feng shui si origina in Cina, ma ha in comune molto con la cultura giapponese. Anche in Giappone viene seguito il feng shui, la filosofia dell’arredare con armonia. Con il Feng Shui si cerca di scegliere colori, forme e materiali dell’arredamento seguendo gli elementi fuoco, legno, acqua, metallo e terra. Il cosiddetto Bagua consiglia in quale posizione debbano essere disposti gli elementi all’interno della casa, affinché siano in armonia, per garantire un flusso equilibrato tra yin e yang. Solo in questo modo una persona si può sentire bene e  a proprio agio a casa, facendone un luogo dove ricaricare le energie e rilassarsi. Tutto ciò si può ottenere tramite l’arredamento giapponese.

Lo zen al centro dell’arredamento giapponese

Il buddismo zen è un ulteriore influsso filosofico presente nell’arredamento giapponese. Dare una panoramica di questa dottrina è molto difficile, poiché per propria decisione non si definisce come tale, ma consiste in realtà solo in pratica e si inserisce nell’arredamento giapponese grazie ad alcuni elementi: il concentrarsi sugli elementi più importanti, l’attenzione al rapporto con l’ambiente e con se stessi, il rifiuto dell’ambizione e dell’accumulo. In ragione di ciò, l’arredamento giapponese rifiuta l’accumulo di oggetti e proprietà, ma si indirizza nel disporre solamente delle cose essenziali e di mantenerle nel tempo.

Arredamento giapponese: dettagli ricchi di storia

Alcuni articoli tipici dell’arredamento giapponese sono i cuscini, soprattutto quelli per sedersi a terra. Dei fogli in carta di riso decorati con ideogrammi  sono perfetti, poi, come decorazione per le pareti e dei piccoli tavoli in bambù, con superficie smaltata, completano alla perfezione l’arredamento e sono perfetti per la quotidianità. Anche un paravento rivestito in seta decorata, così come un piccolo giardino zen con bonsai danno il tocco finale al vostro arredamento giapponese. Ma un accessorio che proprio non può mancare in cucina, perché rispecchia appieno la cultura nipponica, è la teiera: un vero e proprio must have dell’arredamento giapponese perché ricco di storia e di benefici.

Arredamento giapponese: i must have 

L’arredamento giapponese ha, come altri stili di arredamento, dei veri e propri must-have, che donano quell’atmosfera magica tipica dell’estremo oriente necessaria all’arredamento e portando a casa dei veri e propri gioielli dell’artigianato giapponese.

  • Shoji: queste sottili pareti sono realizzate con una speciale carta, chiamata per l’appunto carta shoji e sono una delle prime cose a cui si pensa quando si parla di arredamento giapponese. Le pareti shoji permettono agli abitanti delle case giapponesi di dividere le stanza e di ricavare piccoli spazi privati, senza dover andare in un’altra stanza e senza dover rinunciare alla luce. Le pareti shoji sono anche famose come divisorio o come separè per cambiarsi. Un altro termine per indicare i separè è “fusuma”.
  • Tatami: i materassi tatami sono un elemento irrinunciabile per l’arredamento giapponese. Essi non vengono posizionati su delle strutture letto come in occidente, bensì direttamente sul pavimento. I tatami proteggono dal freddo del pavimento, grazie alla paglia che isola il calore. In più, il tatami è molto facile da pulire, estremamente versatile e dal look naturale.
  • Futon: i futon sono dei letti che hanno iniziato a diffondersi anche in occidente, ma che sono una vera e propria tradizione giapponese. Essi vengono arrotolati e riposti nell’armadio o dietro le pareti shoji di giorno, per lasciare libero lo spazio sul pavimento.
  • Noren: i noren sono tende di stoffa decorate con ideogrammi giapponesi. In Giappone vengono spesso utilizzate all’interno dei negozi, ma in origine servivano per proteggersi dal sole. Chiunque voglia un arredamento giapponese per la propria casa, non può non acquistare delle tende noren.
  • Tansu: i tansu sono degli armadi molto tradizionali nell’arredamento giapponese. Realizzati in legno, possono contenere qualsiasi tipo di oggetto che si desideri riporre. Se è necessario traslocare, si può montare il tansu su delle apposite asticelle e trasportarlo senza fatica.

Se non si vuole arredare l’intero appartamento in stile giapponese, ci si potrà ad esempio concentrare sulle singole stanze oppure selezionare dei singoli elementi che possono abbinarsi con il proprio arredamento attuale. Lasciatevi ispirare da Dalani!

Offerte in arrivo